cerca CERCA
Domenica 23 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:08
Temi caldi

One Vision 2020-24, Alperia aggiorna gli obiettivi strategici di sostenibilità

01 dicembre 2021 | 17.47
LETTURA: 7 minuti

1 mld di investimenti dal 2022 al 2024 con grande attenzione a ricadute territoriali, ambientali, economiche e sociali

alternate text
(Fotolia)

I consigli di sorveglianza e gestione di Alperia hanno approvato l’aggiornamento del piano One Vision 2020-24, il piano strategico di Alperia che riassume gli obiettivi di sostenibilità con una crescita significativa di tutte le business units (BU). In sintesi, l’aggiornamento di One Vision 2020-24 conferma gli obiettivi relativi a: 1 miliardo di euro di investimenti complessivi dal 2022 al 2024 con grande attenzione alle ricadute territoriali ambientali, economiche e sociali; Ebitda in crescita fino a oltre 260 milioni di euro nel 2024; investimento di oltre 400 milioni in interventi di risanamento energetico di edifici; 80% degli investimenti indirizzato ad almeno 10 obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite (UN SDGs).

E ancora: investimento e crescita anche per i settori tradizionali del gruppo (generazione idroelettrica, distribuzione e teleriscaldamento che complessivamente assorbiranno circa 540 milioni di euro di investimenti dal 2022 al 2024); investimenti da realizzarsi grazie al contributo del Pnrr, in particolare per smart grid, teleriscaldamento, green communities e idrogeno; disciplina finanziaria con una guidance di indebitamento netto non superiore a 2,5x Ebitda a fine 2024.

Inoltre, il gruppo Alperia, già carbon neutral dal 2020, migliorerà ulteriormente le proprie emissioni di Scope 3 per accelerare il percorso verso il Net Zero. E poi, gestione dei talenti e ricambio generazionale per accompagnare la crescita e valorizzare le risorse interne, ulteriore spinta verso la digitalizzazione di tutto il gruppo e confermato il trend di crescita dei dividendi.

Priorità e iniziative di crescita per le singole Business unit

Il triennio 2022-24 risentirà molto della volatilità dei prezzi energetici e degli impatti per gli incentivi per l’efficienza energetica. Tali impatti saranno rilevanti per le marginalità economiche, con Ebitda in forte crescita per la Bu Generazione, ma anche a livello patrimoniale si registra una modifica della capital structure con esigenza di maggiori fonti di finanziamento per il capitale circolante. Le proiezioni della Bu Smart Region risentono della fine degli incentivi ecobonus 110% al 2023 che si rifletteranno sull’Ebitda 2024. Per le singole Bu si prevedono, con maggiore dettaglio, queste priorità ed iniziative di crescita.

'BU Generazione' è la prima business unit del gruppo per margini e capitale investito e rappresenta il punto di forza del portafoglio attuale di attività. Alperia è il secondo produttore idroelettrico italiano (dopo Enel) con 38 centrali per oltre 1400 MW di potenza. L’aggiornamento di One Vision 2020-24 conferma le seguenti attività e priorità strategiche: task force per il rinnovo delle 8 concessioni in scadenza; investimento per rifacimento delle condotte forzate di Lasa e S. Pancrazio; rifacimento integrale delle centrali di Cardano, Bressanone, Lasa e Lana; conferma del Capacity Market anche per il 2024; crescita per nuove centrali idroelettriche a seguito delle nuove gare per la concessione di grande derivazione nel 2024; investimenti complessivi per 270 milioni di euro dal 2022 al 2024

'BU Reti': la rete di distribuzione elettrica di Alperia è di oltre 8.700 km (in alta, media e bassa tensione) per oltre 2,5 TWh distribuiti. Edyna, la società di distribuzione del Gruppo, è il quinto distributore nazionale, ed uno dei 4 operatori che per primo introdurrà il contatore di nuova generazione in Italia. In particolare, l’aggiornamento di One Vision, per la BU conferma: installazione di oltre 260mila contatori di nuova generazione di cui 20 mila contatori per altri distributori locali; continua spinta agli investimenti per assicurare la resilienza della rete nonché per aumentare la qualità e continuità del servizio elettrico; potenziamento ed integrazione della rete di Bolzano e Merano; costruzione di nuovi importanti impianti primari e nuove dorsali rete media tensione; crescita nelle reti gas; crescita nei servizi ad altri operatori di rete del territorio; investimenti per oltre 230 milioni di euro dal 2022 al 2024.

Nuovi modelli di business per interfacciare il cliente con canali digitali e teleriscaldamento

'BU Vendite e Trading': Alperia sta abilitando nuovi modelli di business per interfacciare il cliente con canali digitali e rivisitando il ruolo dei canali fisici. In particolare, l’aggiornamento di One Vision conferma: importante crescita della base clienti sia per crescita organica che per crescita tramite acquisizioni; sviluppo di una rete omnichannel proseguendo il rafforzamento territoriale; nuova iniziativa Full Digital con sfidanti obiettivi di acquisizione nuovi clienti; sviluppo del portafoglio di Asset Management per impianti non di proprietà; sviluppo di ulteriori servizi di trading e Demand Response; investimenti per oltre 70 milioni di euro.

'BU Calore e Servizi': Alperia gestisce 6 teleriscaldamenti sul territorio altoatesino tra cui gli impianti della città di Bolzano e Merano. Lo sviluppo di una rete di oltre 125 km garantisce la fornitura di un quarto dell’energia termica prodotta in Alto Adige. Alperia Ecoplus è il quinto operatore nazionale con circa 217 GWht prodotti e distribuiti. L’aggiornamento di One Vision conferma le priorità strategiche per la BU: estensione della rete del teleriscaldamento di Bolzano; miglioramento del mix energetico di Merano; realizzazione di 3 nuovi impianti di cogenerazione a Bolzano; consolidamento di altri gestori di impianti di teleriscaldamento; realizzazione di impianto di raffrescamento a Bolzano; investimenti per circa 40 milioni di euro dal 2022 al 2024.

Iniziative ad alto contenuto tecnologico per città e cittadini

'BU Smart Region': Smart Region è promotrice di una serie di iniziative ad alto contenuto tecnologico per città e cittadini rafforzando il posizionamento su condomini, Pubblica Amministrazione, Sanità e servizi smart per il cittadino e le città. È in corso una riorganizzazione e razionalizzazione della BU per poter sempre meglio fornire soluzioni innovative per la transizione energetica. Rilevante ed importante anche il ruolo di Neogy, terzo operatore nazionale nella mobilità elettrica per punti di ricarica pubblici.

In particolare, la BU continuerà a concentrarsi su queste iniziative: efficientamento degli edifici (anche attraverso cappotti termici); sviluppo del fotovoltaico domestico; soluzioni innovative di efficientamento energetico basata su algoritmi e data analysis ed intelligenza artificiale; sviluppo di soluzioni di Smart Health, Smart Land e Smart City; sviluppare soluzioni di efficientamento energetico e facility management anche per la pubblica amministrazione e la sanità, anche tramite partnership strategiche; proseguire lo sviluppo della mobilità sostenibile (elettrica ed idrogeno) sia per l’infrastrutturazione del territorio che per la realizzazione di innovative soluzioni commerciali; investimenti complessivi per oltre 380 milioni di euro (di cui circa 250 per il superbonus).

Digitalizzazione, Innovazione e R&D e Sostenibilità

One Vision conferma le importanti risorse e capacità di R&D per far fronte alla nuova ondata di innovazioni che la transizione energetica richiede. Continuerà l’iniziativa di Alperia Startup Factory, arrivata alla sua quarta edizione, che mette in contatto il Gruppo con centinaia di startup in tutto il mondo. Alperia avvierà anche una attività di Venture Capital per supportare ulteriormente la crescita delle startup. Ulteriori iniziative di innovazione avviate nel corso del 2021, Power Mission 2.0, Disrupt me Israel, partecipazione ad altri acceleratori saranno confermate ed ulteriormente ampliate nel prossimo triennio.

Tutte le Business Units del Gruppo continuano a generare risultati tangibili per il territorio. I principali impatti, misurabili a fine piano, saranno: oltre 280kton di CO2 evitata, oltre l’85% di base clienti servita con prodotti green (sia elettricità che gas) e risparmio di oltre 22 milioni di metri cubi di acqua (equivalente al consumo annuo di 100 mila famiglie). Nel prossimo triennio vedrà inoltre: inserimento di una Diversity Policy e di un Diversity Manager, inserimento delle tematiche ESG nei programmi di formazione obbligatoria dei membri del board e dei dipendenti, introduzione di target di performance a lungo termine per i manager, Net Zero Roadmap per il Gruppo.

Marchi: "In primo piano sostenibilità, responsabilità aziendale, innovazione e formazione"

Per il presidente del consiglio di sorveglianza Mauro Marchi, l’aggiornamento del Piano Industriale 2020-2024 di Alperia "ha voluto mettere in risalto i temi della sostenibilità e responsabilità aziendale. Abbiamo desiderato porre in essere azioni concrete ed integrate nello sviluppo industriale destinate a pianificare ed attuare pratiche utili a garantire il potenziale produttivo a lungo termine dei territori in cui operiamo. L’uso responsabile delle risorse idriche, la riduzione concreta e misurabile delle emissioni che contribuiscono all’effetto serra e che incidono sulla qualità dell’aria e dell’acqua sono tra i temi fondanti del nostro operare quotidiano".

"L’aggiornamento del Piano denominato OneVision 2020-24 - aggiunge - ha anche posto un focus particolare sul tema dell’innovazione e della formazione delle risorse umane puntando al rafforzamento delle competenze, allo sviluppo delle relazioni di comunità ed inclusione. Sentiamo forte la responsabilità di operare a favore di una crescita economica e sociale della comunità in cui operiamo, tramite gli investimenti programmati sul territorio ed il sostegno alle attività che il tessuto sociale esprime. Siamo coscienti essere una realtà importante e innovativa per il sistema Alto Adige e orienteremo i nostri comportamenti per assicurarne una crescita sostenibile".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza