cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:53
Temi caldi

Comunicato stampa

Online: in era Covid crescono Farmacie, Giochi e Food

23 marzo 2021 | 09.43
LETTURA: 3 minuti

Nonostante le prospettive di ripresa economica, come sembrerebbe indicare l’aumento dell’inflazione dello 0,6% a gennaio in Italia rilevato dall’Eurostat, prosegue la crisi della vendita al dettaglio e la crescita dell’online. Secondo gli ultimi dati Istat, a gennaio è prevista una contrazione per gli acquisti nei negozi fisici del 3% (3,9% in termini di volume), mentre per il commercio elettronico è stimato un incremento del 38,4%.

Dalla ricerca E-commerce in Italia 2020 della Casaleggio Associati, ai tempi del Coronavirus i settori delle assicurazioni online, dell’alimentare su internet e dell’entertainment hanno aumentato il fatturato di oltre 21%. L’Italia è stato uno dei Paesi in cui l’e-commerce si è maggiormente apprezzato, anche a fronte di un ritardo accumulato negli anni precedenti.

Inoltre, si nota un deciso incremento nell’utilizzo dello smartphone per lo shopping online e i servizi digitali, con il 76% degli italiani che hanno acquistato almeno una volta su internet usando il telefono, mentre la media europea si ferma al 64%. Il cellulare è oggi lo strumento principale per l’accesso al mondo digitale, un aspetto che le aziende devono necessariamente considerare per la crescita del business e l’aumento della competitività.

I settori digitali in crescita oltre l’e-commerce

Il boom dell’online avvenuto nel 2020 non ha favorito appena gli e-commerce, infatti le ricadute delle restrizioni dovute alla pandemia di Covid-19 hanno raggiunto tutti i principali settori economici. Secondo i dati Adm elaborati da Agimeg, nel 2020 le scommesse sportive online sono cresciute del 37,5% rispetto al 2019, superando una spesa di 997 milioni di euro.

Risultato analogo per il gioco online, un settore dove la spesa è cresciuta del 46,4% nel 2020. Per gli esperti di Casinosulweb.it, tutti i principali concessionari legali Adm hanno ottenuto un deciso aumento del traffico online, una situazione favorita dal lockdown e dalle regole imposte a centri scommesse, sale bingo e casinò tradizionali a causa della crisi sanitaria di Coronavirus.

Inoltre, nonostante 3 mila imprese in meno nel 2020 nella ristorazione secondo Cerved, il settore food vola online grazie alla digitalizzazione. Dai dati Netcomm emerge come non siano avvantaggiati soltanto i colossi del delivery, infatti nel periodo successivo al primo lockdown l’aumento sarebbe addirittura del 96% per le piccole imprese, con un forte incremento per la spesa online e la consegna di piatti pronti.

Impennata anche per le farmacie online, un settore regolamentato dal Ministero della Salute. Secondo le rilevazioni Iqvia, nel 2020 la crescita dovrebbe essere stata del 66% rispetto al 2019, con un fatturato salito da 234 milioni di euro a 389 milioni. Si tratta di numeri importanti, considerando che, nonostante la pandemia, le vendite delle farmacie fisiche sono diminuite l’anno passato dell’1,7%, a fronte del record di acquisti per alcuni prodotti come igienizzanti e mascherine.

La sfida della digitalizzazione: tra rischi e opportunità

La digitalizzazione imposta dal Covid-19 presenta per le PMI italiane rischi e opportunità. Secondo un’analisi condotta da Cerved, nel nostro Paese ci sono circa 15 mila imprese con elevate competenze in ambito digitale, poco sopra il 9% del totale, con livelli di digitalizzazione più alti nel Nord e Centro Italia, in particolare a Treviso, Milano e Rimini.

I fondi europei in arrivo potrebbero aiutare a ridurre il gap digitale, diminuendo il ritardo accumulato dalle aziende del Sud Italia, per garantire a tutte le imprese di sfruttare le enormi possibilità di crescita offerte dalla transizione digitale. Oggi tutte le aziende, grandi o piccole, sono chiamate ad affrontare un complesso processo di digital transformation, per modernizzare il proprio modello di business e costruire un’organizzazione più resiliente.

I cambiamenti in arrivo con il 5G, la conversione energetica per il passaggio dai combustibili fossili alle energie rinnovabili, i servizi online e le tecnologie mobili richiedono un approccio efficace, per rompere con i vecchi schemi del passato e non perdere il treno della modernità. Ovviamente, ciò non significa puntare solo ed esclusivamente sul digitale, ma è necessario creare infrastrutture multicanale ottimizzate per garantire la massima integrazione tra online e offline.

Per maggiori informazioni

Sito web: https://casinosulweb.it/

Un progetto di: Alessandro Termenini - Calvatone (CR)

Email: alesterm82@gmail.com

Responsabilità editoriale: TiLInko - Img Solutions srl

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza