cerca CERCA
Venerdì 03 Dicembre 2021
Aggiornato: 11:38
Temi caldi

Architettura

Open House Roma svela al pubblico la sede dell'Agenzia Spaziale

05 maggio 2016 | 17.12
LETTURA: 4 minuti

alternate text
La sede dell’ASI (Foto Daniele Domenicali Architectural)

Dalle sale dove scienziati e astronauti si incontrano dopo una missione spaziale, alle 'stanze dei bottoni' dove si preparano le grandi sfide dell'esplorazione dell'Universo. L'Agenzia Spaziale Italiana svela così al pubblico la sua sede con Open House Roma 2016 (OHR), l'evento annuale che nel prossimo week end, il 7 e l'8 maggio, apre gratuitamente nella Capitale ai cittadini centinaia di edifici romani di notevole interesse architettonico, artistico e culturale. E la sede dell'Asi sabato sarà in prima linea in questa grande kermesse dell'architettura e della cultura che, da 5 anni, oltre a rivolgere particolare attenzione al patrimonio storico, mostra soprattutto il patrimonio moderno e contemporaneo custodito a Roma.

"Siamo felici che Open House Roma 2016 abbia scelto la sede dell'Asi e l'abbia inserita tra i 'luoghi della Conoscenza' da aprire ai cittadini. E' una positiva coincidenza visto che la storia delle attività spaziali italiane ha prodotto e continuerà a produrre conoscenza" commenta con l'Adnkronos il presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston. "Con OHR 2016 l'Asi apre le porte della sua sede per permettere al grande pubblico di capire cosa facciamo in termini di conoscenza, sfide scientifiche, innovazione tecnologica e crescita del Paese" aggiunge Battiston.

Open House Roma, parte integrante del grande evento di architettura i Open House organizzato in 31 città di 4 continenti, "aprendo la sede dell'Asi vuole mostrare una delle punte di diamante della cultura e della conoscenza della Capitale e uno dei progetti di architettura contemporanea di maggior pregio realizzato negli ultimi 20 anni a Roma" spiega il direttore di Open House Roma, Davide Paterna.

La sede dell'Asi, continua l'architetto Paterna, è stata scelta perchè "è un progetto di qualità, un progetto soprattutto realizzato in periferia, cioè in quelle aree di Roma che non sempre sono considerate". Progettata nel 2005 dal pool di architetti di Studio 5+1 AA, "la sede dell'Agenzia Spaziale Italiana è stata pensata da giovani architetti italiani impegnati anche all'estero e per noi di Open House anche questo aspetto rappresenta una testimonianza importante".

L'Asi, "è inserita nel nostro programma 2016 nella sezione della Conoscenza perchè Open House promuove l'arricchimento intellettuale delle persone, un arricchimento che avviene solo attraverso la ricerca scientifica, il dibattito culturale e l'approfondimento di contenuti umanistici e scientifici che consentono alla società di evolversi" evidenzia Paterna, presidente di Open City Roma, l'associazione che porta da cinque anni nella Capitale il grande evento Open House. "Il nero totale dell'edificio della sede dell'Asi mostra estraneità e misterioso equilibrio che non rispetta i canoni convenzionali di un edificio per uffici, riportando sulla terra quella sensazione di 'estraneità' e di ricerca di un nuovo 'equilibrio' che prova l'uomo quando si trova nello spazio profondo" chiude l'architetto.

Open House Roma 2016 si inaugura domani alla Curia Iulia del Foro Romano e in questa 5° edizione conta più di 170 edifici aperti al pubblico, tra edifici storici, sedi istituzionali, uffici, case private, studi di architettura e di arte, importanti cantieri, coinvolgendo 7 aree di Roma dal centro alla periferia, oltre a promuovere 70 eventi speciali. In 4 anni OHR ha registrato una crescita esponenziale di pubblico pari a +400%, contando circa 70mila visitatori solo nel 2015. Le 700mila presenze dell'edizione di Londra, nata nel 1992, danno un'idea del potenziale di questo straordinario appuntamento romano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza