cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 16:14
Temi caldi

Ordigno bellico a Terni, mercoledì il disinnesco e Italia divisa in due

30 novembre 2015 | 17.55
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Un ordigno bellico risalente alla Seconda guerra mondiale individuato a Giove, in provincia di Terni, mercoledì dividerà l'Italia in due. Si tratta di una bomba d'aereo americana (An-M 65A1) da 1000 libbre (440 kg circa) che, su richiesta della Prefettura di Terni, verrà disinnescata e fatta brillare dagli artificieri dell'Esercito. Le operazioni di bonifica saranno condotte dagli specialisti del 6° reggimento Genio pionieri di Roma.

L'ordigno è stato rinvenuto a poche centinaia di metri dall'autostrada A1 e dalla linea ferroviaria. Le operazioni, coordinate dalla Prefettura di Terni, inizieranno alle 8.30 con la completa evacuazione di tutta la popolazione residente nel raggio di 1900 metri dal punto di rinvenimento dell’ordigno. Per il disinnesco, l'autostrada A1 sarà chiusa al traffico dalle 10.45 alle 13.30 in entrambi i sensi di marcia tra i caselli di Orvieto e Orte. Sarà inoltre in vigore il blocco della circolazione ferroviaria sulla linea Alta-Velocità Roma-Firenze e sulla linea regionale lenta Roma-Chiusi a partire dalle ore 11.30. Il disinnesco comporterà anche la chiusura del traffico aereo sopra l'area dell’intervento.

Alle 11.30 gli artificieri dell'Esercito inizieranno l’intervento di disattivazione della bomba, che si articolerà in due fasi: la prima di rimozione delle spolette a cui seguirà quella di trasporto in sicurezza per il successivo brillamento in cava (Località San Pellegrino - Amelia).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza