cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 13:24
Temi caldi

Ordinanza Santelli, ministero Affari Regionali: "Decisione Tar su ricorso urgentissima"

05 maggio 2020 | 19.57
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Foto Fotogramma)

"La richiesta del Governo nel ricorso e nelle successive note di replica è stata di avere un provvedimento monocratico immediato a tutela della salute dei lavoratori e dei cittadini calabresi: l’Avvocatura dello Stato, a fronte della prospettata volontà del presidente del Tar Calabria di rimettere la decisione ad un'udienza collegiale, ha rinunciato ai termini a difesa solo ed esclusivamente per avere un'udienza il prima possibile, ossia già il 9 maggio". E' quanto precisa una nota del dicastero per gli Affari Regionali.

L'Avvocatura generale dello Stato ha rinunciato oggi alla procedura accelerata nell'azione intentata contro la Regione Calabria per l'ordinanza emessa nella notte del 29 aprile dal governatore Jole Santelli. Ad impugnarla il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia d'intesa con la Presidenza del Consiglio in disaccordo con la scelta del presidente della Regione Calabria di consentire l'attività di bar e ristoranti all'aperto. Nell'udienza tenuta questa mattina il presidente del Tar di Catanzaro ha fissato per sabato 9 maggio alle 9:30 l'udienza collegiale. Nel merito il giudice si sarebbe dovuto esprimere attraverso decreto cautelare monocratico. I legali che si occupano di seguire il procedimento per conto della Regione Calabria sostengono che il ricorso del Governo contro l'ordinanza della Santelli deve essere discusso dinanzi alla Corte Costituzionale.

"Resta, infatti, semmai aggravata - sottolinea ancora il dicastero guidato dal ministro Boccia - la preoccupazione e l’esigenza di avere una pronuncia cautelare urgentissima a salvaguardia della pubblica e privata incolumità".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza