cerca CERCA
Sabato 24 Luglio 2021
Aggiornato: 00:16
Temi caldi

Smart working, Dadone: "Attenti a rientri in ufficio, pandemia non ancora sconfitta"

18 giugno 2020 | 16.05
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)

"Per un lavoro che richiede la presenza fisica difficilmente si potrà adottare il lavoro agile ma ora dobbiamo fare molta attenzione ai rientri affinché siano in sicurezza". Lo ha detto il ministro per la Pa Fabiana Dadone intervenendo alla video conferenza "Dall'emergenza alla rinascita", organizzata dalla Cisl Fp. "In questo momento i dati sulla pandemia hanno avuto un rallentamento - ha osservato - ma non abbiamo sconfitto del tutto l'emergenza" raccomandando che negli uffici pubblici vengano dati appuntamenti e siano rispettati i distanziamenti.

"Ora stiamo facendo questo nuovo protocollo che è legato alla direttiva e alla norma che prevede i rientri in sicurezza negli uffici", ha spiegato il ministro. "Dobbiamo accompagnare in maniera più forte possibile le aziende, i privati che ripartono: bisogna mettere in campo rientri in piena tutela della salute, visto che non abbiamo sconfitto l’emergenza. Rientri anche per dare la sensazione alle imprese che lo Stato fa da traino in questa fase di rilancio: bisogna dare priorità al lavoro arretrato e riorganizzarsi perché il Paese ha bisogno di una Pa ben strutturata. L’obiettivo del lavoro agile non è solo la tutela del lavoratore, ma bisogna soprattutto tenere ferma l’ottica di produzione dei risultati", ha sottolineato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza