cerca CERCA
Mercoledì 06 Luglio 2022
Aggiornato: 15:26
Temi caldi

P.a., il ministro Madia: "Subito il tetto al cumulo redditi-pensioni d'oro"

18 marzo 2014 | 09.33
LETTURA: 2 minuti

alternate text

"Subito il tetto al cumulo redditi-pensioni d'oro". Così il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, che, intervistata da "La Stampa", si dice "d'accordo ad abbassare" la soglia dei 311mila euro. All'indomani della firma di una circolare che dà attuazione ad una norma del precedente governo per cui i lavoratori pubblici non possono cumulare redditi di lavoro e pensione oltre 311mila euro (lo stipendio del primo presidente di Cassazione), Madia spiega quindi la scelta di questo suo primo atto.

"E' una scelta politica -afferma Madia- per segnalare una priorità: l'attenzione all'equità sociale e al tema di un'intera generazione esclusa". "In un'epoca in cui oltre il 40% dei giovani non trova lavoro, un milione e mezzo di persone tra pubblico e privato, cumula lavoro e pensione" osserva il ministro. "Capisco chi ha pensioni basse ma ritengo non sia etico quando il cumulo porta a soglie di reddito molto alto" aggiunge Madia.

La norma però vale solo per i dipendenti pubblici e Madia sottolinea che "per i dipendenti privati non si può intervenire sul reddito da lavoro, ma da deputata -spiega il ministro- avevo presentato una proposta per agire sulle pensioni: chi percepisce una pensione oltre 6 volte la minima e continua a lavorare, deve lasciare metà pensione allo Stato". "E' una proposta che non impegna il governo. Ma bisogna affrontare il tema" afferma ancora.

L. elettorale, Zanda: "Prima riforma Senato poi voto su 'Italicum'"

"I tempi sono questi. Approvazione in prima lettura della riforma del Senato entro un mese e mezzo a partire da oggi; subito dopo voto dell''Italicum'. E' una questione di logica istituzionale. Approvare la legge elettorale prima di avere la nuova definizione del Senato non avrebbe senso". Lo afferma il capogruppo del Pd al Senato, Luigi Zanda, in un'intervista a 'Il Messaggero'.

"Io penso - aggiunge riferendosi ai compiti dell'Assemblea di Palazzo Madama - che debba occuparsi prioritariamente delle autonomie, ma vedo anche le connessioni con la legge elettorale e con le normative riguardanti le libertà civili".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza