cerca CERCA
Sabato 04 Dicembre 2021
Aggiornato: 21:12
Temi caldi

Crisi: Padoan, preoccupano bassa crescita e alta disoccupazione

29 settembre 2014 | 16.34
LETTURA: 2 minuti

Per il ministro, ''tutte le manovre sono più difficili ma noi cercheremo di perseguirle''.

alternate text

Abbiamo davanti "una combinazione molto preoccupante fatta di bassa crescita, scarsi investimenti, alta disoccupazione, bassa o nulla inflazione in un contesto in cui il debito rimane elevato". Lo dice il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan intervenendo alla Camera, ribadendo che "non ci sono scorciatoie per la crescita". L'Europa oggi, avverte, si trova in una situazione di ''semi stagnazione'' e inflazione ''decisamente troppo bassa''. In questo contesto, aggiunge, ''tutte le manovre sono più difficili ma noi cercheremo di perseguirle'': ''Il quadro macro economico va reso meno stringente''.

Quanto all'Italia, dice, "ha fatto uno sforzo molto intenso di aggiustamento fiscale e contribuito alla sostenibilità della finanza pubblica". L'Ue "per riprendersi dallo choc della crisi", spiega, ha messo "rapidamente in equilibrio la finanza pubblica e questo ha portato anche al Fiscal compact". In generale Padoan aveva precedentemente osservato che " alcune cause della crisi non sono state ben comprese" e che "i problemi che abbiamo di fronte sono più profondi di un semplice andamento ciclico".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza