cerca CERCA
Mercoledì 01 Dicembre 2021
Aggiornato: 18:52
Temi caldi

Pagamenti indossabili

Pagare senza muovere un dito: l'anello che apre la strada al contactless

24 maggio 2021 | 12.38
LETTURA: 3 minuti

I dispositivi indossabili di pagamento sono entrati nella fase della maturità: anelli, polsini di camice, orologi per un settore che punta ai 1,37 miliardi di dollari entro il 2027.

alternate text
- Dal sito Manage Mii

Secondo l’Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano, mentre i consumi nell'ultimo anno calano del 13% i pagamenti digitali salgono dal 29% al 33% del totale dei pagamenti. Aumentano soprattutto i pagamenti contactless segnando un +29%, e raggiungendo la quota di 81,5 miliardi di euro e, ancora di più, quelli tramite smartphone e wearable (+80%, oltre 3,4 miliardi). I pagamenti indossabili sono ancora una piccola realtà ma evidenziano il tasso di crescita più alto. Secondo un report Allied Market Research, il mercato globale dei pagamenti indossabili ha assunto un valore di 285,47 miliardi di dollari nel 2019 e punta a raggiungere 1,37 miliardi di dollari entro il 2027. Sotto queste prospettive, stanno diventando realtà tecnologie come quella di Digiseq che imprime una svolta nel settore dei dispositivi indossabili attraverso un'app mobile in grado di trasformare qualsiasi oggetto, attraverso un chip NFC, in un dispositivo di pagamento contactless.

L'app mobile Manage Mii consente ai consumatori una personalizzazione rapida per dotare qualsiasi oggetto supportato, dai polsini delle camicie ai gioielli, dagli orologi agli anelli, strumenti con funzionalità di pagamento senza contatto con un semplice tocco del telefono. In sostanza, gli utenti possono abbinare la propria carta di credito al dispositivo indossabile, monitorare l'attività, modificare i dettagli bancari abbinati al dispositivo indossabile e, con un intervento sulla app del telefono, anche disabilitare le funzioni di pagamento. Le banche che attualmente supportano l'iniziativa includono ABN Amro, Cembra Money Bank, Credit Bank of Moscow, Gazprombank, KBC Bank Ireland, KBC Bank Verzekring Holding, Nordea Bank, Rabobank, Raiffeisen, Russian Agricultural Bank e Swedbank. Nordea, per esempio, offre K Ring ai propri clienti, collegando l'anello direttamente alle proprie carte. I K Ring collegati alle carte Nordea funzionano ovunque vengano accettati i pagamenti contactless Mastercard. David Birch, recentemente nominato presidente non esecutivo di Digiseq, racconta: “Questa settimana io e Colin Tanner abbiamo filmato una transazione dal vivo in cui ho utilizzato il mio anello Alioth Pay con Mastercard utilizzando il mio iPhone 12. Sono lieto che insieme abbiamo stanno rendendo i dispositivi indossabili una realtà per il mercato di massa”.

Resta, ancora, da rinsaldare la fiducia dei consumatori attorno al tema delicato della privacy dei dati. In una recente intervista il Presidente del Garante per la protezione dei dati personali Pasquale Stanzione ha spiegato: “L'apparente innocuità di oggetti di uso quotidiano connessi alla rete ci induce a sottovalutarne i rischi, dovuti alla capacità di rivelare, mediante l'uso secondario dei dati raccolti, stili di vita, patologie, vulnerabilità, finanche dipendenze. E proprio i dati sanitari, se indebitamente acquisiti, possono esporre l'interessato a forme di discriminazione inaccettabili. Alcuni smart watch idonei alla rilevazione biometrica (ad esempio per la velocità del passo) possono, poi, rivelare le reazioni emotive dell'utente alla visione di determinate immagini. Il controllo cui ci esponiamo può superare, dunque, persino la dimensione corporea e attingere al pensiero, condannandoci a vere e proprie servitù volontarie”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza