cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 01:00
Temi caldi

Pakistan: partito islamico, coinvolgere mullah Omar per riportare la pace

24 febbraio 2014 | 08.54
LETTURA: 3 minuti

(Aki) - Il premier pakistano Nawaz Sharif ''dovrebbe inviare una delegazione dal mullah Omar'', il leader del movimento dei Talebani afghani, ''e cercare il suo aiuto per il ritorno della pace in Pakistan''. Ne e' convinto il leader del partito islamico Jamaat-i-Islami (Ji), Syed Munawar Hasan, che si e' detto contrario all'uso della forza dopo lo stop temporaneo ai colloqui di pace tra il movimento dei Talebani del Pakistan (Ttp) e il governo Sharif. ''I governanti dovrebbero capire che non si puo' avere alla pace senza il dialogo'', ha detto Hasan, come si legge sul giornale pakistano Dawn, durante un incontro con i sostenitori del partito a Nowshera, nel nordovest del Pakistan.

Secondo Hasan operazioni militari nelle zone tribali del Pakistan ad amministrazione federale (Fata) servono solo a complicare la situazione nella regione. Sulla stessa linea, maulana Yousaf Shah, coordinatore del team di negoziatori nominati dai Talebani del Pakistan per i colloqui di pace con il governo Sharif. ''Un'operazione militare non e' la soluzione'', ha detto Shah in dichiarazioni a Dawn.

Il leader di Jamaat-i-Islami ha anche chiesto a Sharif di incontrare personalmente i negoziatori nominati dal Ttp e quelli del governo, insieme a rappresentanti dei vertici militari, per spianare la strada a negoziati di pace. I colloqui tra le due delegazioni per l'avvio di un negoziato di pace sono stati sospesi la scorsa settimana quando il governo ha deciso di ''non proseguire per ora'' con gli incontri dopo la rivendicazione dell'uccisione di 23 agenti pakistani da parte di una fazione del Ttp e l'uccisione di 35 presunti ribelli in raid aerei delle forze pakistane nella regione tribale del Waziristan del Nord. Nelle parole del ministro dell'Interno di Islamabad, Chaudhry Nisar Ali Khan, ''alla luce dei recenti attacchi terroristici, il governo ha deciso di rispondere alla forza con la forza dopo consultazioni con i vertici militari''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza