cerca CERCA
Giovedì 30 Giugno 2022
Aggiornato: 11:44
Temi caldi

Anm, Palamara si autosospende

01 giugno 2019 | 13.43
LETTURA: 3 minuti

Dimissioni per il consigliere togato del Csm Luigi Spina. Consiglio Superiore della Magistratura chiede atti a Procura di Perugia

alternate text
Immagine di repertorio (Fotogramma)

Luca Palamara, pm a Roma, indagato dalla procura di Perugia per corruzione, si autosospende dall'Associazione nazionale magistrati. Lo lo annuncia lo stesso Palamara in una lettera al presidente dell'Anm. ''Illustre presidente - scrive Palamara a Pasquale Grasso - sono certo di chiarire i fatti che mi vengono contestati. Il mio intendimento ora è quello recuperare la dignità e l'onore e di concentrarmi esclusivamente sulla difesa nel processo di fronte a tali infamanti accuse. Per tali ragioni mi assumo la responsabilità di auto sospendermi dal mio ruolo di associato con effetto immediato. Sono però sicuro - conclude il pm - che il tempo è galantuomo e riuscirà a ristabilire il reale accadimento dei fatti''.

Anche il consigliere togato del Csm Luigi Spina, indagato a Perugia per favoreggiamento e rivelazione di segreto d'ufficio nella stessa inchiesta che vede coinvolto il pm romano Luca Palamara, si è dimesso dal consiglio superiore della magistratura. Lo rende noto il comitato di presidenza del Csm che annuncia per martedì 4 giugno ''un plenum straordinario nel corso del quale verrà preso atto delle sopravvenute dimissioni del consigliere Luigi Spina''.

Intanto il comitato di presidenza del consiglio superiore della magistratura, comunica una nota, ha chiesto alla procura di Perugia "con riferimento al procedimento che vede coinvolti alcuni magistrati, la trasmissione degli atti ostensibili oltre quelli già in possesso del Consiglio''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza