cerca CERCA
Lunedì 03 Ottobre 2022
Aggiornato: 20:04
Temi caldi

Papa: non guardate l'orologio in attesa che la messa finisca

10 febbraio 2014 | 11.21
LETTURA: 2 minuti

"La celebrazione liturgica non è un atto sociale, non è una riunione dei credenti per pregare assieme. E' un'altra cosa. Nella liturgia, Dio è presente, nella Messa la presenza del Signore è reale". E' quanto ricorda Papa Francesco, nell'omelia durante la celebrazione della messa a Santa Marta in Vaticano, esortando i fedeli a "non guardare l'orologio" nell'attesa che la messa finisca.

"Quando noi celebriamo la messa, noi non facciamo una rappresentazione dell'Ultima Cena: no, non è una rappresentazione - spiega il Papa - ma è proprio l'Ultima Cena. E' proprio vivere un'altra volta la Passione e la morte redentrice del Signore".

Francesco la descrive come "una teofania: il Signore si fa presente sull'altare per essere offerto al Padre per la salvezza del mondo. Noi sentiamo dire o diciamo 'devo andare a Messa, devo andare a sentire la Messa' ma la messa non si 'sente', si partecipa, in questa teofania, in questo mistero della presenza del Signore tra noi. Il presepe, la Via Crucis, sono rappresentazioni; la Messa, invece, è una commemorazione reale, cioè è una teofania: Dio si avvicina ed è con noi". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza