cerca CERCA
Mercoledì 16 Giugno 2021
Aggiornato: 09:42
Temi caldi

Parente (Pd): art. 18 non si tocca, fare presto su Agenzia unica lavoro

22 agosto 2014 | 17.23
LETTURA: 2 minuti

L'intervista alla senatrice del Pd.

alternate text
Annamaria Parente

"Noi pensiamo che l'articolo 18 non si debba toccare. In questo momento, con nessuna tutela per chi perde il lavoro, non ce la sentiamo di aggiungere ancora altra incertezza aumentando la flessibilità in uscita. Prima di cominciare a ragionare su questo chiediamo al governo di accelerare sulla costituzione dell'Agenzia unica per il lavoro, un vero punto di incontro tra domanda e offerta di lavoro. E la legge delega sul lavoro va bene così, con il contratto a tutele crescenti, poi toccherà al governo attuarla". Così la senatrice del Pd, Annamaria Parente, componente della commissione Lavoro del Senato, con Labitalia, in vista della ripresa della discussione sulla legge delega sul lavoro.

Per Parente la delega potrebbe essere però modificata in un aspetto. "Oltre al contratto di inserimento per i giovani -sottolinea- si potrebbe ragionare di un contratto di reinserimento per chi ha perso il lavoro".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza