cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 11:20
Temi caldi

Basket: Nba, Parker trascina Spurs e Houston sorride con super Harden

23 dicembre 2014 | 10.38
LETTURA: 4 minuti

San Antonio stende i Clippers e torna al successo dopo quattro sconfitte di fila. Il francese segna 26 punti al rientro, 9 punti per l'azzurro Belinelli. I Rockets mandano al tappeto Portland e il 'Barba' fa segnare un season-high da 44 punti. Gallinari operato al ginocchio nella notte

alternate text
Tony Parker esulta dopo una vittoria degli Spurs. Infophoto - INFOPHOTO

San Antonio ritrova Tony Parker e interrompe la striscia negativa. All'AT&T Center gli Spurs stendono i Los Angeles Clippers per 125-118 e tornano al successo dopo quattro sconfitte di fila. Gli Spurs chiudono con il 64% al tiro e Parker, al rientro dopo uno stop forzato di cinque partite, mette a referto 26 punti (11 su 18 al tiro) e 4 assist in 33 minuti. Bene anche Tim Duncan, che chiude con una doppia doppia da 21 punti e 12 rimbalzi e sorpassa Reggie Miller al 17° posto della classifica dei marcatori Nba di tutti i tempi, toccando quota 25.288 in carriera nella regular season.

Manu Ginobili contribuisce con 19 punti e 10 assist, l'azzurro Marco Belinelli gioca 28 minuti e fa segnare 9 punti, 3 rimbalzi e 5 assist. Ai Clippers non bastano i 25 punti di Chris Paul e i 22 punti di Blake Griffin per evitare la sconfitta. Sorride Houston grazie soprattutto alla solita prestazione super di James Harden. Il top scorer della lega eguaglia il suo season high mettendo a referto 44 punti, 3 rimbalzi e 7 assist in 32 minuti nella vittoria dei Rockets per 110-95 su Portland, alla prima sconfitta dopo una striscia vincente di 6 partite.

Il 'Barba' è devastante nel primo quarto, che chiude con un parziale di 19 punti. La guardia arriva all'intervallo già con 31 punti all'attivo e con Houston avanti di 20 punti (73-53), un 'gap' che basta e avanza per portare a casa la vittoria e per far riposare Harden per buona parte dell'ultimo periodo. Dwight Howard fa segnare una doppia doppia da 16 punti e 13 rimbalzi e il nuovo arrivato Corey Brewer, ceduto pochi giorni fa da Minnesota, debutta con 12 punti. Portland paga l'assenza del suo top scorer LaMarcus Aldridge e i 18 punti di Damian Lillard non bastano.

Dopo 6 vittorie si fermano anche i Toronto Raptors, sconfitti a Chicago per 129-120. A guidare i Bulls ci pensa Derrick Rose con una prestazione da 29 punti al rientro dopo due gare di assenza. Bene anche Jimmy Butler con una doppia doppia da 27 punti e 11 rimbalzi. I Raptors finiscono al tappeto nonostante i 34 punti di Kyle Lowry. Nessun problema per Golden State, la squadra con il miglior record in Nba, che supera in casa i Sacramento Kings per 128-108 con 25 punti di Klay Thompson e la doppia doppia di Stephen Curry (12 punti e 11 assist).

I Kings incassano l'undicesima sconfitta nelle ultime 14 gare nonostante i 22 punti di DeMarcus Cousins. Serata da dimenticare anche per i Denver Nuggets che nella prima partita senza Danilo Gallinari, operato nella notte al ginocchio infortunato e out per almeno tre settimane, perdono sul parquet di Charlotte per 110-82.

Sconfitta casalinga per Dallas contro gli Atlanta Hawks, che si impongono per 105-102 anche grazie al career-high da 22 punti del tedesco Dennis Schroeder. Rajon Rondo fa registrare una doppia doppia da 13 punti e 11 assist, ma deve aspettare ancora per festeggiare la sua prima vittoria con la maglia dei Mavs dopo l'addio a Boston.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza