cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 23:53
Temi caldi

Germania-Olanda

Partita cancellata ad Hannover, la rete si scatena con hashtag su De Maiziere

18 novembre 2015 | 18.28
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Xinhua)

E' diventato un hashtag sui social media in Germania (#DoItLikeDeMaiziere) l'annuncio della cancellazione della partita di Hannover da parte del ministro dell'Interno di Berlino. La frase pronunciata da de Maiziere per giustificare la mancanza di risposte precise alle domande dei cronisti ("parte di questa risposta farebbe sentire la popolazione insicura", ha spiegato) ha infatti scatenato la rete.

L'intento - dopo l'orrore che aveva segnato l'incontro allo Stade de France venerdì, dove in campo si stavano affrontando le nazionali di Francia e Germania - era evidentemente quello di mandare un messaggio preciso: "Non abbiamo paura, non ci pieghiamo". A questo scopo, ricorda il quotidiano tedesco Handelsblatt, la cancelliera e il suo vice volevano stare seduti dimostrativamente in tribuna, e con loro de Maiziere. Ma a causa di una minaccia si è deciso di cancellare l'incontro.

Il ministro ha quindi convocato una conferenza stampa per spiegare l'accaduto ma - commenta la stampa tedesca - ha scelto anche di non entrare nel dettaglio, evidentemente nell'intento di non alimentare paure. E quindi ha detto di comprendere tutte le domande che gli venivano rivolte, da dove provenisse l'informazione, quanto concreta fosse, e quanto grande la minaccia. Ma ha chiesto comprensione spiegando che non avrebbe risposto perché "parte di questa risposta farebbe sentire la popolazione insicura".

Tanto è bastato per far partire l'hashtag #DoItLikeDeMaiziere. Tanto per chiarire, hanno spiegato gli utenti di Twitter, che il cittadino medio è pronto per la verità. E così la risposta del ministro è stata associata (adattandola di volta in volta) alle più disparate domande, da "Cosa fa un ministro tutto il giorno?" a "Tesoro, mi ami ancora?" a "Questo vestito come mi fa il lato B?", a "Quanto è grave dottore?" ....

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza