cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 19:00
Temi caldi

Alimenti: collaborazione tra Qui Foundation e Tirrenia contro sprechi

26 gennaio 2017 | 13.52
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Il progetto 'Pasto Buono' della Onlus genovese Qui Foundation arriva anche a Porto Torres. Questo, grazie alla collaborazione con la compagnia di navigazione Tirrenia, che metterà a disposizione i pasti invenduti dei ristoranti delle sue navi ai fini di solidarietà, e con la Onlus Mirade di Porto Torres, che si occuperà di ritirare il cibo dalle navi e consegnarlo a chi ha più bisogno.

L’iniziativa prevede che tutti i pasti invenduti e perfettamente conservati a bordo delle navi Tirrenia che approdano quotidianamente a Porto Torres siano donati alle persone e alle famiglie bisognose che si rivolgono all’associazione Miriade. Il progetto prende vita nella città grazie al supporto del Comune di Porto Torres, che ha messo a disposizione il punto di solidarietà per la consegna dei pasti invenduti in centro città e alla collaborazione dell’associazione di volontariato Mirade, che ritirerà ogni giorno l’invenduto e lo consegnerà a chi ha bisogno.

Una vera e propria sfida contro lo spreco alimentare a favore di coloro che sono in difficoltà e non possiedono l’indispensabile per vivere. L’iniziativa, oltre che a Porto Torres, grazie alla collaborazione di Tirrenia è stata attivata anche nei porti di Cagliari, Napoli, Genova e Civitavecchia.

“La collaborazione tra la nostra Onlus e Tirrenia, avviata nel 2014, ha permesso -commenta Gregorio Fogliani, presidente di Qui Foundation- di attivare il nostro progetto 'Pasto Buono' nei porti di Genova, Civitavecchia, Napoli e Cagliari. Porto Torres era tra i nostri obiettivi e, grazie all’associazione Mirade e al supporto del Comune, siamo riusciti a portare 'Pasto Buono' anche qui. Il lavoro svolto insieme a Tirrenia ha già dato ottimi frutti e lo stesso ci aspettiamo su Porto Torres. Con 'Pasto Buono' sulle navi riusciamo a recuperare centinaia di pasti a settimana in ogni porto, aiutando altrettante persone. E questo ha un impatto sia dal punto di vista sociale che da quello ambientale”.

“Tirrenia e tutto il Gruppo Onorato Armatori -dichiara Pietro Manunta, presidente di Tirrenia- hanno da sempre dato il loro incondizionato sostegno a questo meraviglioso progetto, che sta proseguendo con successo in molti porti italiani e che ora abbiamo il piacere di vedere sviluppato anche a Porto Torres. La nostra battaglia contro lo spreco alimentare continua e si rafforza, con l’obiettivo di aiutare un numero sempre più altro di persone e famiglie in difficoltà”.

"Abbiamo accolto favorevolmente questa iniziativa -sottolinea il sindaco di Porto Torres, Sean Wheeler- stabilendo di assegnare all'Associazione Mirade uno spazio per la distribuzione dei pasti in uno stabile comunale che si trova al centro della nostra città, la Casa delle Associazioni, simbolo non solo 'fisico' dell'azione in sinergia svolta dai volontari che ci supportano nelle attività di sostegno ai cittadini bisognosi. 'Pasto Buono' tiene conto di tutti quei temi che stanno a cuore alla nostra Amministrazione: la riduzione degli sprechi alimentari, la protezione della dignità della persona e la sostenibilità ambientale. Ringrazio Qui Foundation, Mirade Onlus, tutti i volontari e naturalmente Tirrenia per la sensibilità dimostrata verso il nostro territorio con questa iniziativa congiunta”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza