cerca CERCA
Venerdì 28 Gennaio 2022
Aggiornato: 09:05
Temi caldi

Patuano: "Conversione azioni era opportunità imperdibile per Telecom"

06 novembre 2015 | 16.52
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Con l'aumento del valore di mercato delle ultime settimane per Telecom Italia si è aperta "una imperdibile finestra di opportunità" per la conversione delle azioni risparmio in ordinarie. L'ad della società Marco Patuano motiva così, in una conference call con gli analisti, la decisione assunta ieri dal board che ha deciso di convertire le risparmio, un'azione attesa da tempo dal mercato. La decisione di cui si parlava già dall'estate scorsa è stata assunta un po' a sorpresa ieri, con una proposta che il board, ha precisato Patuano, ha votato all'unanimità e con tutti i consiglieri presenti. Patuano, che secondo alcune ricostruzioni giornalistiche sarebbe venuto a conoscenza della proposta solo a inizio della riunione del cda, ha ricordato oggi di avere "più volte condiviso la mia idea che la doppia classe di azioni fosse totalmente anacronistica".

Nel ricordare che "molte aziende" hanno proceduto alla conversione, il manager ha detto che "anche noi pensavamo di implementare questa transazione e con il forte aumento di valore dei titoli sul mercato nelle ultime settimane si è aperta una imperdibile finestra di opportunità per tutti gli azionisti e per la nostra società". Anche la stabilizzazione dell'ebitda domestico ha fatto si' che l'operazione fosse allineata all'andamento atteso, ha sottolineato l'ad. E, ancora, sulla conversione delle azioni risparmio "non abbiamo chiesto a nessuno degli azionisti ha precisato Patuano. "Pero' suppongo che un accordo che crei valore per l'azienda e tutti gli azionisti non possa non essere sostenuto dagli azionisti piu' importanti". E infatti il gruppo francese Vivendi, primo azionista di Telecom Italia con il 20,3%. non si opporrà alla decisione.

Quanto a Tim Brasil "noi non abbiamo ricevuto un'offerta formale da parte di nessuno" ha precisato Patuano. Sull'asset brasiliano "consideriamo tutte le opzioni che possono creare valore per gli azionisti: questo significa che noi andremo a valutare anche un'offerta adeguata se sarà quella giusta per Tim Brasil". Nel chiarire che "il fatto che la situazione dei cambi non sia tanto positiva e non aiuta dal punto di vista del valore in euro", l'ad ha spiegato che "noi siano investitori industriali ma siamo aperti a valutare quelle che possono essere buone offerte". Quindi "chiunque farà una richiesta formale a noi verra presentata al consiglio che la prenderà in considerazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza