cerca CERCA
Sabato 22 Gennaio 2022
Aggiornato: 22:59
Temi caldi

Patuano lascia Telecom, per lui una buonuscita da 6 milioni di euro

22 marzo 2016 | 10.25
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Marco Patuano, immagine di repertorio (Fotogramma)

Accordo raggiunto tra Telecom Italia e Marco Patuano. La buonuscita per il manager, che ha ufficializzato le sue dimissioni, sarà di 6 milioni di euro. L’intesa per la cessazione del rapporto di lavoro prevede, oltre all’erogazione di quanto già maturato a titolo di retribuzione ed emolumenti, fissi e variabili (questi ultimi soggetti a meccanismi di claw back), si legge nella nota, "il riconoscimento degli ulteriori importi di 1.235.000 euro lordi a fronte della cessazione del rapporto di amministrazione e 4.765.000 euro lordi a fronte della cessazione del rapporto di lavoro per 6.000.000 euro lordi complessivi".

Tale attribuzione, sottolinea Telecom, "è coerente con la politica di remunerazione e con gli accordi in essere con Marco Patuano". Il consiglio d'amministrazione, si legge nella nota di Telecom, lo ringrazia "per l’impegno, la dedizione ed il contributo in termini di creazione di valore resi, durante il suo mandato alla guida del gruppo e più in generale negli oltre venticinque anni di proficua attività a beneficio dello stesso, formulandogli i migliori auguri per le sue future attività professionali".

Nuovo amministratore delegato, scatta il toto nomine - Tra indiscrezioni e smentite, prima quelle che hanno riguardato l'amministratore delegato di Ntv Flavio Cattaneo e poi quello di Wind Maximo Ibarra, il 'pallino' è ora in mano al presidente della compagnia telefonica Giuseppe Recchi. Oggi ha assunto ad interim le deleghe di Patuano ed è quindi il capoazienda fino alla nomina di un nuovo amministratore delegato. Intanto, insieme al comitato nomine e remunerazione, procederà con la ricerca del successore di Patuano. Nel comitato nomine e remunerazione, presieduto da Davide Benello, siedono Luca Marzotto, Denise Kingsmill e, in rappresentanza del primo azionista Vivendi, Stéphane Roussel e Arnaud Roy de Puyfontaine.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza