cerca CERCA
Sabato 31 Luglio 2021
Aggiornato: 00:19
Temi caldi

Pavia: diffama ristorante cinese su Facebook, denunciata

24 marzo 2014 | 12.48
LETTURA: 1 minuti

Scrive su Facebook che in un ristorante cinese della sua zona un suo amico avrebbe ingerito un microchip canino dopo una cena e, per questo, sarebbe stato sottoposto a una lavanda gastrica. Era una bufala e T.B., 32 anni e residente a Vigevano, viene deferita in stato di libertà per il reato di diffamazione aggravata a mezzo internet.

A querelarla era stato il titolare del ristorante cinese, un 39enne del luogo, a cui il racconto diffamatorio aveva causato non pochi danni: oltre alla pubblicità negativa, nel suo locale sarebbero arrivati curiosi, animalisti e giornalisti a caccia di altri dettagli.

Gli accertamenti dei carabinieri di Vigevano hanno consentito di stabilire l'infondatezza della notizia anche se T.B. avrebbe "reiterato il comportamento diffamatorio", scrviendo ancora su Facebook e rispondendo con altri dettagli a chi la accusava di aver scritto una menzogna.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza