cerca CERCA
Sabato 24 Luglio 2021
Aggiornato: 01:13
Temi caldi

In cantiere

Pensioni, ape social e Opzione donna: novità in arrivo?

17 settembre 2020 | 06.55
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Si riapre il cantiere sulla riforma delle pensioni tra governo e sindacati. Dopo il lungo lockdown causa Covid, infatti, l'incontro di ieri tra i segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil ed il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, si è chiuso, a quanto si apprende, con la conferma da parte del governo di voler ragionare su alcuni interventi: proroga ed ampliamento della platea dell'ape sociale e proroga di Opzione donna mentre sul tavolo l'esecutivo ha messo anche la disponibilità a ragionare della possibilità di lasciare il lavoro a quota 41 per quei lavoratori cosiddetti fragili.

Apertura anche sui contratti di espansione e sulla previdenza integrativa. Per quest'ultima ci sarebbe l'impegno del Governo a lavorare sul silenzio assenso (sei mesi). Focus anche sulla rivalutazione del montante pensionistico per evitare che, in caso di Pil negativo, la mancata crescita impatti sull'assegno. Altri 4 i round che attendono prossimamente governo e sindacati, dalla data da definire: il primo sull'Ape social , esodati e opzione donna; il secondo sull'isopensione e i contratti di espansione; il terzo sulla previdenza complementare; il quarto sulle pensioni in essere. Il ministro, spiegano fonti sindacali, avrebbe anche confermato il via libera del governo alle 2 commissioni tecniche istituite ma poi bloccate dallo stop imposto dal Covid, che a breve potranno dunque decollare: la prima sulla separazione tra previdenza e assistenza; la seconda sulla speranza di vita in rapporto ai lavoratori gravosi. 

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza