cerca CERCA
Domenica 29 Maggio 2022
Aggiornato: 08:32
Temi caldi

Pensioni, quota 100 anche nel 2021

06 luglio 2020 | 14.29
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Quota 100 anche nel 2021. E' il quadro riepilogativo che notizie.it delinea dopo le dichiarazioni di un esponente del Pd, il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta, che dunque sancisse una tregua sul meccanismo da sempre criticato dai dem che comunque sperano, dopo il 2021, di sostituirlo grazie ad una nuova riforma sulle pensioni.

La misura, ha detto Baretta in un’intervista a La Repubblica, “verrà fatta finire al 2021, in questo contesto di crisi profonda può considerarsi un ammortizzatore sociale”.

Il piano dell’attuale maggioranza di governo (Pd e M5s) è dunque quello di concentrarsi nella Legge di Bilancio del 2021 sulla riforma fiscale, mentre nella successiva si affronterà il tema della riforma previdenziale che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2022 e che con buona probabilità eliminerà Quota 100.

Anche il Ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, ha confermato che nonostante la crisi economica c’è ancora in programma di riformare il sistema previdenziale. In particolare bisognerà intervenire sulla “pensioni basse; un tema che, in parte, abbiamo già affrontato con la Pensione di cittadinanza e su cui continueremo a lavorare nelle prossime settimane e nei prossimi mesi in vista della legge di Bilancio”.

Per il 2021 dunque i lavoratori che hanno compiuto 62 anni e hanno 38 anni di contribuzione avranno il diritto di andare in pensione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza