cerca CERCA
Domenica 27 Novembre 2022
Aggiornato: 14:02
Temi caldi

Pestato da bulli, nei video urla e botte

30 aprile 2019 | 12.53
LETTURA: 1 minuti

"Dopo aver sfondato la porta dell'abitazione, aggredivano Stano svuotandogli addosso due bottiglie di acqua che ormai vuote venivano lanciate contro l'uomo". E' una delle scene agghiaccianti durante i raid in casa di Antonio Cosimo Stano, il 65enne di Manduria, morto il 23 aprile scorso dopo 18 giorni di agonia.

Dall'ordinanza di fermo scattata nei confronti di otto ragazzi - sei minorenni - della 'Comitiva degli Orfanelli' di Manduria, accusati di tortura e sequestro di persona, emergono particolari terribili che raccontano delle violenze e delle umiliazioni subite da Stano, tutte documentate nei video girati nelle chat e visti, come ha detto il procuratore, da quasi tutta Manduria. Violenze su cui i componenti della baby gang aggiornavano gli assenti: "'Mba, oggi assai mazzati è pijatu", dicevano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza