cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 07:32
Temi caldi

Piazza Affari chiude in leggera flessione

26 febbraio 2014 | 19.18
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Recuperano terreno rispetto alla prima parte del pomeriggio, ma chiudono tutte in calo, a fine seduta, le borse europee. Wall Street è in rialzo con il Dow Jones (+0,23%) dopo il dato sul mercato immobiliare: le vendite di case sono cresciute a gennaio del 9,6%, a un tasso annualizzato di 468mila unità, e ben al di sopra delle attese degli analisti. Si tratta del miglior dato da cinque anni. La borsa di Milano si ferma a 20.398 punti (-0,37%). In un contesto in cui lo spread tra Btp e Bund tedeschi è sceso a 191 punti rispetto ai 194 della chiusura di martedì, dopo il risultato positivo ottenuto dall'asta odierna di Bot a sei mesi (con un tasso sceso ai minimi storici), Francoforte termina le contrattazioni con una perdita dello 0,39%, Parigi dello 0,40% e Londra dello 0,46%. In Gran Bretagna è stato rivisto al ribasso il Pil dello scorso anno, che passa così da un incremento dell'1,9% all'1,8%. Madrid chiude in ribasso (-0,18%) e così Amsterdam, che cede lo 0,53%. Giovedì è previsto, tra gli altri, il dato sugli ordini di beni durevoli negli Usa, "ma gli operatori probabilmente - dicono gli esperti di Ig - preferiranno ascoltare l'audizione della governatrice, Janet Yellen, davanti alla commissione bancaria del Senato. Al numero uno della Fed spetterà il compito di eliminare i dubbi sul rialzo prematuro dei tassi affiorati dopo la pubblicazione dei verbali della Fed della scorsa settimana". Sul fronte eurozona, le attenzioni saranno rivolte alle stime flash sull'inflazione tedesca, "passaggio chiave in vista del meeting di politica monetaria della Bce della prossima settimana".

In Italia, Stm guida il listino del Ftse Mib chiudendo a 6,47 euro (+4,52%) sulla scia delle dichiarazioni del direttore vendite della societa' in merito ai buoni segnali che arrivano dal mercato europeo. Forti acquisti anche su Unipolsai (+2,54%) e Unipol (+9,05%), che beneficia del giudizio 'convinction buy' da parte di Goldman Sachs. Le banche sono contrastate: perdono Mediobanca (-1,85%), Intesa Sp (-0,89%) e Unicredit (-1,10%); salgono Banco Popolare (+1,69%), Ubi Banca (+0,74%) e Bpm (+0,19%). Banco Popolare presenta giovedì i conti e piano strategico in vista dell'assemblea di sabato che dovrà approvare l'aumento di capitale da 1,5 miliardi. Maglia nera del paniere risulta Telecom Italia (-2,80%), alla vigilia del cda che dovrà discutere della governance. In rialzo Fiat (+1,91%) e Prysmian (+2,93%).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza