cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 22:21
Temi caldi

Piazza Affari chiude la settimana sopra 25 mila punti

23 luglio 2021 | 18.10
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Chiusura di settimana in solido territorio positivo per la borsa di Milano. Grazie ad un +1,29%, il Ftse Mib è riuscito a riportarsi sopra quota 25 mila punti fermandosi a 25.124,91 punti.

Messe temporaneamente da parte le tensioni relative l’avanzata della variante Delta, ed all’indomani del meeting in cui la BCE ha confermato un’impostazione da “colomba”, Piazza Affari ha fatto segnare un altro segno più dimostrando di essersi messa definitivamente alle spalle il tonfo registrato in avvio di settimana. A spingere il paniere delle blue chip sono state le utilities (A2A ha segnato un +2,83%, Terna un 1,92% e Snam un +1,79%) ed i titoli del comparto bancario (+1,78% di UniCredit, +1,53% per Intesa Sanpaolo).

Le indicazioni arrivate dalla trimestrale di Intel hanno permesso a STMicroelectronics di segnare, con un +2,82%, la performance migliore del Ftse Mib.

Nel giorno in cui gli analisti di Equita hanno confermato le valutazioni di acquisto su Eni e Tenaris ed il “tenere” di Saipem, i tre titoli hanno rispettivamente segnato un +0,26%, un +1,16% ed un +1,3%. In corrispondenza dello stop alle contrattazioni in Europa il future con consegna ottobre sul Brent quota in rosso dello 0,3% a 72,9 dollari al barile.

Due velocità per Mediaset (-1,09%), dopo la notizia dell’accordo con Vivendi per la chiusura delle controversie pendenti, e Safilo (+0,99%), che ha beneficiato della decisione dell’Antitrust francese di far cadere le accuse a carico della società veneta.

Dal fronte titoli di Stato, lo spread Btp-Bund ha perso oltre 3 punti percentuali a 104 punti base. (in collaborazione con money.it).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza