cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 12:59
Temi caldi

Borsa: Milano in lieve calo a metà seduta, rimbalzano bancari

30 dicembre 2014 | 14.10
LETTURA: 4 minuti

La Borsa di Milano perde lo 0,3%, meno delle consorelle europee, tutte negative in attesa dell'avvio di Wall Street, previsto in rosso. Recupera Mps, cedono i petroliferi

alternate text
La sede di Mps a Siena.

La Borsa di Milano, reduce dalle forti perdite della vigilia, passa la boa di metà seduta con gli indici principali in lieve calo, sovraperformando le consorelle europee, ieri in gran parte positive. Contribuiscono a limitare i danni i bancari che, venduti ieri a piene mani, stamani mettono a segno un mini rimbalzo, con l'indice settoriale che guadagna mezzo punto percentuale.

Calano i futures a Wall Street - Pesano anche le attese per l'avvio di Wall Street, che i futures sui principali indici al momento pronosticano in negativo: il contratto più scambiato sull'S&P 500 cede lo 0,24% poco dopo mezzogiorno. Ieri le Borse americane hanno chiuso poco variate. Nel pomeriggio sono attesi alcuni dati macroeconomici Usa, in particolare l'indice dei prezzi delle case nelle prime venti città dell'Unione di ottobre calcolato da S&P e Case Shiller e la fiducia dei consumatori in dicembre del Conference Board.

La Grecia continua a pesare - In assenza di novità rilevanti, spiega Chris Beauchamp di Ig Uk, "le stesse condizioni viste ieri prevalgono oggi" sui mercati europei, "in particolare la mancanza di dati rilevanti e la preoccupazione per la situazione in Grecia. I rendimenti dei titoli pubblici sono in crescita per la Grecia, mentre i Bund tedeschi sono popolari tra gli investitori, che li considerano un bene rifugio".

A Milano bancari in recupero grazie allo spread - A Milano Ftse Mib 19.071 punti (-0,31%), All Share 20.195 punti (-0,29%). Scambi per 559 mln di euro, da 2 mld nell'intera seduta di ieri. Su 294 titoli in negoziazione, 111 sono in rialzo, 159 in calo e 24 invariati. Lo spread Btp Bund ripiega a 135 punti, dai 143,7 della chiusura di ieri, cosa che favorisce il rimbalzo dei bancari, peraltro contenuto.

In calo le europee - A Lisbona Psi 20 a 4.799 punti (-1,75%); a Madrid Ibex 10.314 punti (-0,78%); a Parigi Cac 4.281 punti (-0,85%); ad Amsterdam Aex 424,06 punti (-0,65%); a Francoforte Dax 9.860 punti (-0,67%); a Londra Ftse 6.581 punti (-0,79%); a Bruxelles Bel 20 a 3.301 punti (-0,40%); a Zurigo Smi a 9.025 punti (-0,10%).

Sale l'oro, cala il petrolio - L'euro sul mercato valutario viene scambiato a 1,216 dollari. L'oro al London Bullion Market sale al fixing antimeridiano a 1.186,5 dollari l'oncia, in rialzo di un dollaro rispetto a ieri pomeriggio (1.185,5 dollari). Il future più scambiato sul Brent all'Ice perde lo 0,41% a 57,74 dollari al barile.

Sul Ftse Mib bene le banche, flettono i petroliferi - Tra i settori recuperano terreno, oltre ai bancari, anche i media (+0,43%), le vendite al dettaglio (+0,4%), cibi e bevande (+0,3%). In calo le risorse di base (-1,96%), petrolio e gas (-1,13%), viaggi e tempo libero (-0,97%). Sul Ftse Mib rimbalzano Banca Mps (+1,69%), Banco Popolare (+1,05%). Bene anche Wdf (+1,4%) che, dopo la pausa di ieri, riprende il suo trend ascendente che durava da cinque-sei sedute. In guadagno anche Pirelli (+0,9%) e Mediaset (+0,99%). Venduti i petroliferi sulla scia dell'andamento dei prezzi del greggio: cedono Saipem (-2,06%), Tenaris (-2%) ed Eni (-1,02%). In rosso anche Autogrill (-1,59%) e Moncler (-1,26%).

Sull'All Share arzille Bialetti e Class - Sull'All Share corre Bialetti Industrie (+6,3%), dopo che la società di Coccaglio ha siglato un nuovo accordo sul debito con le banche creditrici. Acquisti anche su Class Editori (+4,52%), che ha siglato un'intesa con Sky. In calo Industria e Innovazione (-6,67%).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza