cerca CERCA
Giovedì 18 Agosto 2022
Aggiornato: 18:10
Temi caldi

Borsa

Piazza Affari rimbalza con banche e assicurazioni (+1%)

13 febbraio 2017 | 18.48
LETTURA: 3 minuti

Mercati Europa chiudono in rialzo sulla scia di Wall Street

alternate text

La Borsa di Milano e le Borse europee chiudono in rialzo sulla scia della buona performance registrata a Wall Street, dove il Dow Jones scambia a 20.384 punti (+0,6%) e il Nasdaq segna +0,5% a 5.762 punti. A Piazza Affari, in particolare, è il giorno dei rimbalzi dopo una settimana caratterizzata dalla volatilità e vendite sul settore bancario. Il Ftse Mib chiude gli scambi tornando sopra i 19mila punti (+1,07%) e i titoli più comprati sono quelli del settore bancario e assicurativo. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi chiude in calo a 187 punti base.

Tra le piazze finanziarie europee, Londra guadagna lo 0,3%, Parigi l'1,2%. Bene anche Francoforte (+0,9%), Madrid (+1,13%) e Amsterdam (+0,9%).

Sul paniere milanese, Banco Bpm guadagna il 6,6% a 2,5 euro, Ubi Banca il 6,4% a 3,15 euro. Rimbalzi anche per Unipol (+5,9%) e Unipolsai (+4,6%). Mediobanca segna +2,9%, Generali +2,65%. Sono in buon rialzo Ferrari (+2,3%), Fca (+2,2%) e Saipem (+2,6%). In spolvero Aeffe (+5,7%) dopo i dati sul fatturato dell'esercizio 2016.

Più deboli e in controtendenza rispetto al settore finanziario Unicredit (+0,16%), alle prese con l'aumento di capitale da 13 miliardi di euro, e Banca Carige, che archivia gli scambi a 0,31 euro (-3,69%).

L'istituto ligure si muove in controtendenza rispetto al settore bancario dopo i conti dell'esercizio 2016, che si è chiuso con una perdita di quasi 300 milioni di euro e rettifiche sui crediti per 470 mln. Sul titolo, che registra una perdita del 3,7% a 0,316 euro a fine seduta, pesano alcuni rumors di mercato su un 'probabile' aumento di capitale all'orizzonte. Entro fine mese, la banca deve presentare alla Bce un nuovo piano strategico per la riduzione dei crediti deteriorati accumulati in portafoglio, che a fine anno sono pari a circa 7,3 miliardi di euro lordi.

Nel nuovo piano sarebbe prevista la cessione entro l'anno - come richiesto dalla vigilanza - di circa 2 mld di npl lordi attraverso la Gacs. La cessione della prima tranche, circa 1 miliardo di euro, dovrebbe essere approvata in uno dei prossimi cda dell'istituto, a febbraio. "Sarà inevitabile" una minusvalenza tale da creare un nuovo fabbisogno di capitale, fa notare una fonte finanziaria. Secondo Icbpi, i risultati sono "complessivamente in linea con le nostre stime, specie su costi operativi e rettifiche su crediti", mentre sono "superiori alle aspettative gli accantonamenti per rischi e oneri, legati in buona parte a contenziosi con Amissima Assicurazioni". Icpbi annuncia che "stime sul prossimo triennio e valutazione in corso di revisione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza