cerca CERCA
Sabato 24 Luglio 2021
Aggiornato: 01:13
Temi caldi

Piazza Affari positiva, banche in recupero

20 luglio 2021 | 18.07
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Anche se Piazza Affari ha chiuso con il segno più, il tanto atteso rimbalzo dopo il tonfo di ieri non c’è stato. In attesa del meeting della BCE, in calendario per giovedì, il listino milanese ha terminato sopra la parità (il Ftse Mib ha segnato un +0,59% a 24.107,33 punti) grazie al buon andamento delle utilities (+0,88% di A2A, +0,78% di Terna e +0,3% per Hera) e dei titoli del comparto industriale (+1,96% di Buzzi Unicem, +2,01% di CNH Industrial).

All’interno di quest’ultimo, Stellantis ha terminato con un +0,25%. La società nata dal matrimonio tra PSA e FCA ha annunciato la cancellazione di un turno nella fabbrica Vauxhall di Luton a causa dei numerosi casi di isolamento legati al Covid. Inoltre, è stato reso noto che i risultati del primo semestre 2021 saranno resi noti martedì 3 agosto.

Tra le aziende di pubblica utilità Enel ha segnato un +0,12%, dopo le indiscrezioni, riportate da Il Sole 24 Ore, secondo cui la trattativa per l’acquisizione degli asset di Erg (+0,16%) sarebbe alle battute finali.

Il ritorno del Ftse Mib sopra quota 24 mila punti è riconducibile agli acquisti sul comparto bancario: UniCredit ha chiuso con un +1,36%, Intesa Sanpaolo con un +1,94% e Banco BPM con un +2,17% in scia delle indicazioni migliori delle stime emerse dai conti del colosso svizzero UBS. Incremento del 16,67% per Bialetti Industrie che ha sottoscritto un nuovo accordo di ristrutturazione dei debiti.

Nel comparto dei titoli di Stato, lo spread Btp-Bund non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 114 punti base. (in collaborazione con money.it).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza