cerca CERCA
Mercoledì 08 Febbraio 2023
Aggiornato: 22:03
Temi caldi

Piazza Affari rimane positiva in attesa della Fed

30 novembre 2022 | 18.03
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Ancora una giornata positiva per Piazza Affari, con la maggior parte dei titoli in leggero rialzo. Bene anche le altre Borse europee, con l’inflazione che rallenta nell’Eurozona a novembre, mentre in Italia rimane stabile (con lieve aumento per il carrello della spesa). L’attesa è tutta per il discorso di stasera del numero uno della Fed, Jerome Powell, da cui si capirà se la politica monetaria di rialzo dei tassi d’interesse può diventare meno aggressiva.

L’euro, intanto, si conferma sopra il dollaro. Il prezzo del gas in giornata sale sopra i 140 euro al megawattora, quello del petrolio rimbalza in maniera evidente, con Brent sopra gli 85 dollari al barile e Wti sopra gli 80 dollari al barile. A Milano il Ftse Mib guadagna lo 0,59% e chiude a 24.610,29 punti. Cresce lo spread tra Btp e Bund tedeschi, attestandosi attorno ai 195 punti base. In leggero aumento anche il rendimento del titolo decennale, attorno al 3,9%.

Sul listino principale di Piazza Affari in positivo Unicredit (+0,49%), con Fitch che ha confermato il rating "BBB" sulla solidità patrimoniale dell'istituto. Bene anche Stellantis (+1,24%), che ha siglato un accordo con Banco Santander Brasil per il finanziamento del settore automobilistico nel Paese sudamericano. In rialzo pure Tenaris (+2,05%) e Banca Mediolanum (+2,36%).

In coda, invece, Tim (-5,24%), con il progetto per la rete unica che è ancora in salita. Il sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega all’innovazione tecnologica, Alessio Butti, ha infatti smentito che Cassa depositi e prestiti possa fare un’Opa totalitaria sulla compagnia telefonica. Male, infine, A2a (-1,73%), Leonardo (-1,74%) e Saipem (-2,15%). (in collaborazione con Money.it)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza