cerca CERCA
Giovedì 17 Giugno 2021
Aggiornato: 07:42
Temi caldi

Piazzapulita: "Ecco l'audio che imbarazza la Lega"

16 gennaio 2020 | 16.18
LETTURA: 3 minuti

L'annuncio sulla pagina Facebook della trasmissione, nel mirino la presunta offerta del vice capogruppo del Carroccio di Ferrara all'allora consigliera 'sgradita': "Contratto a tempo indeterminato in cambio delle dimissioni"

alternate text

"Un contratto a tempo indeterminato da dipendente comunale in cambio delle dimissioni dalla carica di consigliere. A Ferrara un audio può imbarazzare la Lega. Il 19 novembre 2019 il vicecapogruppo in consiglio comunale, Stefano Solaroli, propone all'allora sua collega di partito Anna Ferraresi, da mesi considerata una piantagrane per le sue continue denunce sul degrado in città, di accettare l'assunzione a tempo indeterminato presso il Comune di Ferrara a 1400 euro al mese". E' l'oggetto dell'inchiesta annunciata da 'Piazzapulita', firmata da Alessio Lasta, in onda stasera su La7, secondo quanto si legge sulla pagina Facebook della trasmissione.

La donna "avrebbe dovuto fare la hostess presso il nuovo servizio turistico realizzato in città con trenini e autobus, che però è gestito da una società privata. Nell'audio si sente Solaroli dire: 'A me sei venuta in mente te prima di tutto perché sei una rompicazzo, così ti cavo dai coglioni e non ti vedo più. Tu sai che è incompatibile con il ruolo da consigliere. Nicola (Lodi, vicesindaco leghista di Ferrara ndr) è d'accordo, ne ho parlato con Alan (Fabbri, sindaco leghista di Ferrara ndr) e mi ha detto: se a lei va bene a me va bene'".

"In parole povere tu ti togli dal c...o come giustamente, ingiustamente anzi, il vice sindaco auspicava e noi ti diamo un lavoro", la ricostruzione che fa Ferraresi di quanto Solaroli le avrebbe offerto. "Tu sai - si sente nel video - che c'è quel servizio del trenino e c'è bisogno di una hostess che accolga le persone e che gli spieghi un po' come funziona. A me sei venuta in mente te...". "Se lo sputi fuori mi brucio io, eh...", si sente nella clip diffusa sulla pagina Facebook.

"Ho appreso la notizia dalle anticipazioni del servizio tv. Sto verificando l'accaduto, in quanto non sono minimamente a conoscenza dei dialoghi personali avvenuti tra i due consiglieri. Solo quando la vicenda sarà più chiara prenderò le dovute decisioni in merito e assumerò eventuali provvedimenti". Così, in una nota, il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri. "Nel frattempo - puntualizza - mi riservo, in ogni caso, di querelare chiunque abbia intenzione di infangare il buon nome della nostra amministrazione, che è trasparente e meritocratica e che così continuerà ad essere". "Comprendo che in campagna elettorale qualsiasi episodio possa essere strumentalizzato da chi cerca in ogni modo di gettare fango sulla Lega - aggiunge il sindaco di Ferrara - Si tratta di una vicenda certamente deprecabile, ma che mi vede totalmente estraneo e che rimane ancora tutta da verificare". Contattato da AdnKronos, invece, il vicecapogruppo in consiglio comunale, Stefano Solaroli, protagonista dell'audio in questione, ha scelto di non commentare.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza