cerca CERCA
Giovedì 05 Agosto 2021
Aggiornato: 15:23
Temi caldi

Piemonte, in 48 scuole al via ricerca pilota su cyberbullismo

13 gennaio 2020 | 18.00
LETTURA: 4 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Saranno 48 le scuole piemontesi coinvolte nella ricerca pilota, promossa da Corecom e coordinata dall’Universita’ che punta a studiare in modo approfondito il fenomeno delle molestie tra minori attraverso la rete. L’iniziativa rientra nel protocollo del protocollo d’intesa, promosso dal Corecom, e sottoscritto da Giunta regionale, Università di Torino e del Piemonte Orientale, Tribunale dei Minorenni, Garante regionale per l’infanzia e Ufficio scolastico regionale.

“Come Corecom ci siamo sempre occupati della tutela dei minori in rapporto ai media tradizionali - ha sottolineato il presidente del Comitato Alessandro De Cillis - le problematiche che emergono dai nuovi media ha richiesto un passo in più, per questo abbiamo voluto sottoscrivere un’intesa con alcune delle più importanti istituzioni piemontesi con l’obiettivo di portare avanti un lavoro corale che affronti il fenomeno da tutti i punti di vista”.

In questa prima fase di sperimentazione verranno raccolti i dati con metodologia scientifica, “mettendo al centro i ragazzi e il loro punto di vista”, ha spiegato Anna Rosa Favretto che coordinerà la ricerca mentre i consiglieri Gianluca Gavazza e Giorgio Bertola, delegati al Corecom hanno sottolineato l’importanza dell’impegno delle istituzioni, di maggioranza e opposizione, nel fare informazione e prevenzione”.

“I nostri ragazzi - ha sottolineato l'assessore regionale all'Istruzione, Elena Chiorino - sono sottoposti a importanti stimoli provenienti dalla rete, positivi per molto aspetti, ma anche pericolosi per altri versi. I dati in aumento sui fenomeni del bullismo e del cyberbullismo impongono alle istituzioni uno sforzo maggiore e condiviso per fronteggiare i rischi e soprattutto per prevenire reati oggi perseguibili, grazie all'approvazione di leggi specifiche”.

“Le famiglie degli studenti hanno il diritto di sapere che i propri figli, all'interno delle scuole piemontesi, sono tutelati anche da questo punto di vista, così come per tutto il resto. Obiettivo dell'assessorato è infatti quello di garantire un ambiente scolastico sereno, finalizzato alla normale funzione educativo-formativa della scuola”, ha osservato ancora.

“Come assessorato alla Sanità siamo disponibili a collaborare ai programmi di sostegno rivolti ai minori vittime di bullismo e di cyberbullismo ed ai progetti finalizzati all’inclusione e alla responsabilizzazione degli autori di questi atti - ha aggiunto l'assessore Luigi Icardi - è un fenomeno, purtroppo in crescita, che può essere contrastato, con un approccio multidisciplinare, solo attraverso un forte intervento preventivo e un’azione congiunta tra i vari soggetti che si occupano di questi temi".

“La legge sta camminando e non è rimasta sulla carta, questo ci conforta - ha osservato di Domenico Rossi, primo firmatario della legge approvata nel 2018 - e questo protocollo ci metterà in condizione di fare ancora meglio”. “Come Università di Torino abbiamo il dovere di promuovere tra i giovani maggiore consapevolezza per contrastare il fenomeno del cyberbullismo che è purtroppo sempre più diffuso ed esteso fra le giovani generazioni ha detto il rettore Stefano Geuna mentre il procuratore per i Minori presso il Tribunale di Torino, Emma Avezzu’ ha rilevato che il protocollo permettera’ di essere “attivi nella formazione e nell’informazione”.

“È fondamentale non colpevolizzare la rete, che invece è uno strumento importante, ma dobbiamo diffondere la cultura dell’uso consapevole ed evitare l’isolamento delle vittime”, ha precisato la Garante regionale per l’infanzia, Ylenia Serra. Leonardo Filippone dell’Ufficio scolastico regionale, infine, ha concludo “questo protocollo arriva nel momento giusto, non avevamo uno strumento di monitoraggio quantitativo e qualitativo che ci potesse aiutare a comprendere meglio il fenomeno e a capire la bontà dei nostri interventi”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza