cerca CERCA
Domenica 07 Agosto 2022
Aggiornato: 20:54
Temi caldi

Piemonte: pg Cassazione, legittimo annullamento elezioni 2010

16 aprile 2014 | 12.04
LETTURA: 2 minuti

E' legittimo l'annullamento delle elezioni regionali del Piemonte del 2010 decretato dal Consiglio di Stato. Ecco perche' il sostituto procuratore generale della Cassazione, Maurizio Velardi, ha sollecitato alle sezioni unite civili di Piazza Cavour l'inammissibilita' del ricorso presentato dal governatore piemontese Roberto Cota. In particolare, secondo il pg, ''la sentenza del Consiglio di Stato e' legittima dal punto di vista della giurisdizione perche' i giudici amministrativi non hanno sforato dai loro poteri ma hanno semplicemente recepito la decisione presa in sede penale''.

Cota era diventato governatore del Piemonte anche grazie ai 27.892 voti della lista 'Pensionati per Cota' di Michele Giovine, ex consigliere regionale condannato insieme al padre per le firme false a sostegno del loro movimento. Il Tar aveva dovuto attendere proprio la condanna definitiva in Cassazione il 18 novembre 2013, per fissare l'ultima udienza del ricorso nel quale trattare nel merito la questione. Ai giudici era bastata la falsita' della loro lista per annullare il voto. Falsita' recepita anche dal Consiglio di Stato.

Secondo Cota da parte dei giudici amministrativi c'era stato invece ''un eccesso di potere giurisdizionale censurabile dalla Cassazione''. Giudizio non condiviso dalla Procura generale di Piazza Cavour per la quale il ricorso di Cota va dichiarato inammissibile. La decisione e' attesa nei prossimi giorni ma arrivera' certamente in tempi brevi prima delle elezioni europee del 25 maggio. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza