cerca CERCA
Domenica 04 Dicembre 2022
Aggiornato: 12:08
Temi caldi

Sci

Pinturault vince il gigante di Naeba e Blardone è terzo

13 febbraio 2016 | 09.53
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Mathieu Faivre, Alexis Pinturault e Massimiliano Blardone (foto Afp) - AFP

Massimiliano Blardone torna sul podio di Coppa del mondo nel gigante di Yuzawa Naeba, l'azzurro si piazza terzo fra le porte larghe della pista giapponese alle spalle di due francesi, Alexis Pinturault, 2'34"23, e Mathieu Favre, +0"51, per Blardone il ritardo finale dal vincitore è di 0''67.

Dodici anni dopo il secondo posto di Flachau del gennaio 2004 che aprì una fantastica storia fatta di 7 successi, 12 secondi e 6 terzi posti, SuperMax, 37 anni, si toglie una grande soddisfazione.

Tra i big si deve accontentare del sesto posto l'austriaco Marcel Hirscher che si piazza alle spalle di Henrik Kristoffersen e Victor Jeandet-Muffet. La squadra italiana complessivamente porta cinque atleti nella top 15; Roberto Nani conclude al nono posto, Florian Eisath è decimo, 13esimo Manfred Moelgg con Riccardo Tonetti quattordicesimo. La classifica generale di coppa vede Marcel Hirscher salire a 1045 contro i 921 di Henrik Kristoffersen, l'assente Peter Fill conserva il quinto posto con 549 punti.

"E' stata una giornata speciale perché ho lavorato tanto in questi anni per raggiungere questo podio e dedicarlo ai miei figli, a mia moglie e a tutta la mia famiglia. È la mia ultima stagione, è difficile dirlo ma è giusto così, voglio fare bene le prossime gare e mi sento pronto per essere con i migliori -è il commento al terzo posto di Blardone che colleziona il 25esimo podio in carriera in Coppa del mondo-. Non è un caso questo terzo posto, spero di potere fare ancora delle belle gare per chiudere nel migliore dei modi. Il mio segreto della gara odierna è stata l'esperienza che mi ha permesso di capire dove potevo rischiare e dove dovevo invece controllare la velocità. Partire con un pettorale alto non è mai bello, però guardo sempre me stesso e cerco di dare il meglio in occasione, studiando quelli più forti di me. Finora era stato spesso così, oggi è andata meglio".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza