cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 19:53
Temi caldi

Pippo Baudo: "Io Cavaliere di Gran Croce, ultimo regalo di Mattarella"

22 settembre 2021 | 13.01
LETTURA: 2 minuti

"Con il presidente incontro caloroso e denso, siamo amici da molti anni"

alternate text
Foto dal sito Quirinale

Pippo Baudo è stato nominato ieri cavaliere di Gran Croce all'Ordine del Merito della Repubblica Italiana dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. E' lo stesso presentatore a confermarlo all'Adnkronos: "Ieri ho avuto questo regalo da parte di Mattarella. Mi ha comunicato di avermi assegnato questa onorificenza e sono andato al Quirinale dove ho avuto con il Presidente un incontro caloroso e denso, noi siamo molto amici da anni", dice Baudo, che commenta: "E' l'ultimo grande regalo che mi ha fatto. E' una onorificenza molto ambita, io sono il 301esimo in tutto il Paese. E' un riconoscimento al proprio lavoro e alla propria professionalità. La cosa bella - sottolinea - è che è arrivata a sorpresa perché io non ci ho mai puntato, quindi quando ti arriva un simile regalo sei ancora più felice".

"A Mattarella ho testimoniato che lui è uno dei Presidenti più amati della storia della Repubblica, è sempre presente in tutte le circostanze e nella maniera migliore. Del resto - osserva Baudo - lui è uno studioso, un costituzionalista di grande valore. Lo conosco da tempo e ieri abbiamo ripercorso gli anni in cui facevamo politica insieme. Lui ha cominciato ad occuparsi di politica - ricorda il presentatore - per sostituire il fratello Piersanti ucciso dalla mafia, e lo ha fatto sostenendo il carico di questo grande dolore".

Baudo, che appartiene a una televisione diversa da quella che si fa oggi, non nasconde il proprio rammarico: "Oggi ci resto male quando vedo in tv certe cose, non c'è più impegno intellettuale. Secondo me - conclude - la televisione ha il compito di andare incontro al pubblico migliorandolo, non abbassandone il livello".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza