cerca CERCA
Venerdì 09 Dicembre 2022
Aggiornato: 14:16
Temi caldi

Camion danneggia colonna Corridoio Vasariano

27 dicembre 2018 | 11.35
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Camion sbatte contro un pilone del Corridoio Vasariano provocando ingenti danni. E' successo nella notte di Santo Stefano a Firenze, all'angolo tra Lungarno degli Archibusieri e il Ponte Vecchio, a pochi passi dagli Uffizi. Il mezzo, un grosso camion addetto alle consegne, individuato dalla polizia municipale, ha gravemente danneggiato il basamento della galleria sospesa che unisce gli Uffizi con Palazzo Pitti, superando Ponte Vecchio, ideata nel XVI secolo dall'architetto Giorgio Vasari.

Secondo la dinamica ricostruita dalla polizia municipale anche grazie alle immagini delle telecamere intorno alle ore 7 il camion ha scaricato merce in via Por Santa Maria, ha poi proseguito e, arrivato in piazza del Pesce, ha fatto inversione di marcia. Durate questa manovra avrebbe urtato la colonna per poi allontanarsi verso piazza Signoria. Sempre grazie alle telecamere è stata individuata la ditta proprietaria del mezzo, con sede legale a Caserta: ora verrà convocato il legale rappresentante per l'esatta identificazione del conducente e la contestazione di tutti gli illeciti del caso. Il conducente è stato rintracciato a Prato. L’uomo è stato trovato nella città laniera dalla Polizia Municipale di Firenze e sentito dagli agenti insieme ai colleghi di Prato. Inoltre sono stati effettuati rilievi sul camion che hanno fugato ogni dubbio.

Eike Schmidt, direttore degli Uffizi, sotto il cui controllo ricade il Corridoio Vasariano, presenterà denuncia per danneggiamento di un bene architettonico, secondo la procedura, al nucleo tutela beni culturali dei carabinieri. "Si tratta di un danno da decenni di migliaia di euro - ha commentato amaramente Schmidt -. Ciò che è accaduto nella notte forse porta a dover da riconsiderare l'acceso delle auto nella zona di Ponte Vecchio". L'intervento di ripristino della parte danneggiata del pilone è già iniziata e i lavori, fanno sapere dagli Uffizi, termineranno entro tre settimane.

"Auspichiamo tempi rapidi per il restauro", spiega la vicesindaca Cristina Giachi al termine del sopralluogo al Corridoio Vasarian. "Siamo in contatto con la soprintendenza - ha aggiunto la vicesindaca - che ci ha assicurato un avvio rapido dei lavori per il restauro della colonna che dovrebbe essere concluso entro il mese di gennaio. Speriamo che si faccia prima possibile".

"L'area pedonale non avrebbe impedito il verificarsi di un episodio di questo tipo. Il veicolo che ha causato il danno durante una manovra è infatti un mezzo del trasporto merci che, per il servizio che svolge, è autorizzato anche al transito nelle zone pedonalizzate". È quanto precisa l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti in merito al danneggiamento.

“Da quando sono assessore non sono mai riscontrati danni al patrimonio storico e culturale in quel tratto”, sottolinea l’assessore Giorgetti. "La viabilità da lungarno Diaz a Ponte Santa Trinita è una corsia preferenziale con deroga per i soli residenti dell’Oltrarno con permesso O: si tratta infatti dell’unico accesso al settore per la provenienza da sud. Quindi non è accessibile a tutti gli autorizzati ztl. E i mezzi del trasporto merci possono transitare anche nelle aree pedonali, come avviene già in piazza del Duomo o piazza della Signoria”.

Più in generale l’assessore Giorgetti ricorda che da settembre è iniziato un lavoro per la revisione generale della ztl. “Abbiamo già effettuato incontro con le categorie economiche e adesso abbiamo già programmato quelli con l’Università. L’obiettivo è una riorganizzazione complessiva della ztl che interesserà i vari aspetti della disciplina, dalle autorizzazioni agli orari, dai percorsi al trasporto merci. Quello della logistica è un ambito fondamentale e noi puntiamo a un ripensamento del sistema attuale con alcuni elementi chiave come l’individuazione di punti di interscambio e l’utilizzo in centro di mezzi più piccoli ed elettrici”.

Infine l’assessore Stefano Giorgetti ricorda che al termine dei lavori di via dei Bardi è stato pedonalizzato l’ultimo tratto di Borgo San Jacopo impedendo così alle auto di transitare a fianco di Ponte Vecchio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza