cerca CERCA
Sabato 19 Giugno 2021
Aggiornato: 00:02
Temi caldi

Pistoia, rubavano farmaci dopanti in ospedale: denunciati infermieri

28 febbraio 2014 | 15.54
LETTURA: 3 minuti

alternate text

La polizia di Pistoia, al termine di una complessa attivita' di indagine iniziata a febbraio 2013, ha denunciato all'autorita' giudiziaria 22 persone ritenute a vario titolo responsabili dei reati di peculato, abuso d'ufficio, truffa aggravata, appropriazione indebita, ricettazione e violazioni delle disposizioni sulla disciplina delle attivita' sportive e della lotta contro il doping.

L'attivita' investigativa, condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Pistoia e diretta dal sostituto procuratore Francesco Sottosanti, ha consentito di accertare una serie di reati commessi in danno della pubblica amministrazione ad opera di alcuni dipendenti dell'Azienda Usl 3 di Pistoia, in servizio presso il locale ospedale San Jacopo, all'epoca dei fatti quello denominato Il Ceppo.

In particolare, quattro infermieri professionali, ora indagati, dal gennaio 2011 fino a luglio 2013, hanno sottratto dall'ospedale non meglio quantificabili confezioni di medicinali, nella fattispecie sostanze dopanti a base di eritropoietina, meglio conosciuta dall'opinione pubblica con l'acronimo Epo.

Questi farmaci, dal valore di mercato variabile dai 150 ai 400 euro a fiala a seconda del tipo e del dosaggio, attraverso una ben definita 'filiera', che faceva capo a due persone esterne all'ospedale, finivano per alimentare, dietro pagamento di un prezzo in denaro, una sorta di 'mercato nero' nell'ambiente del ciclismo amatoriale locale.

La polizia ha accertato che le richieste di alcuni particolari farmaci, come ad esempio l'ormone della crescita denominato Gh, il cui principio attivo e' la somatropina, seguiva un percorso alternativo: esso giungeva ad alcuni ciclisti grazie alla 'collaborazione' di un magazziniere di una farmacia privata che sembra operasse in proprio.

In qualche caso, alcuni infermieri sottraevano dall'ospedale altri tipi di medicinali e materiale ospedaliero di vario genere. Uno di questi, nel mese di luglio scorso, approfittando del trasloco in atto dalla vecchia struttura dell'ospedale Il Ceppo a quella nuova denominata San Jacopo, e' stato bloccato da personale della Squadra Mobile mentre con la propria autovettura stava portando un consistente carico di materiale ospedaliero presso una casa di riposo di Porretta Terme dove egli svolgeva un secondo lavoro. Le titolari della struttura, che erano a conoscenza della provenienza del materiale, sono state denunciate per ricettazione.

Nella fase finale delle indagini sono state eseguite su disposizione della Procura diverse perquisizioni personali e locali nei confronti di alcuni indagati che hanno consentito il rinvenimento e sequestro di medicinali (fiale di Epo della specialita' Aranesp ed altro) e materiale ospedaliero. I farmaci sottratti dall'ospedale di Pistoia, cosi' come ricostruito durante le indagini e confermato con ampie dichiarazioni confessorie rese dagli indagati, riguardavano specialita' come il ''Retacrit'', ''Neorecormon'', ''Eprex'', ''Aranesp'', ''Efedrina'', tutti di tipo dopante, ma anche ormoni della crescita come il Gh.

Le indagini, inoltre, hanno consentito di accertare comportamenti penalmente rilevanti posti in essere da alcuni indagati i quali intercedevano presso altri colleghi dello stesso o di altri reparti di appartenenza per velocizzare visite mediche o esami diagnostici in favore di amici, omettendo la prenotazione obbligatoria al cup e il pagamento del ticket sanitario. Procurando cosi' un danno sia alla Asl 3 di Pistoia che agli altri utenti che avevano seguito le normali procedure con tempi di attesa che sarebbero potuti essere più brevi se gli spazi abusivamente occupati da chi era stato favorito fossero stati resi disponibili per l'agenda delle prenotazioni.

A conclusione delle indagini sono stati denunciati per abuso d'ufficio e truffa aggravata ai danni dell'Asl altri 6 dipendenti dell'ospedale ed 8 utenti che avevano ottenuto esami del sangue, radiografie, ecografie e visite specialistiche senza prenotazione e senza pagare il previsto ticket.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza