cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:04
Temi caldi

Energia: Fire, più efficienza per rafforzare competitività imprese

03 dicembre 2015 | 16.37
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Produttività̀ energetica per le imprese, diagnosi energetiche e sistemi di gestione dell’energia, efficienza energetica. Sono alcuni dei temi affrontati in occasione della sesta edizione della conferenza Fire (Federazione italiana per l'uso efficiente dell'energia) "Enermanagement", che ha evidenziato come l’uso efficiente dell’energia possa essere una leva efficace per rinnovare il core business aziendale e rafforzare la competitività delle imprese.

Negli interventi della prima sessione ("Produttività energetica per le imprese") Trinseo, Fiat Chrysler Automobiles e PM3 hanno presentato i casi studio su come sia possibile coniugare l’innovazione nel core business con un uso intelligente delle risorse (energia, acqua, materiali, rifiuti), migliorando anche il prodotto e servizio offerti. Cosa è emerso? I leader di mercato già operano in questa ottica, ma la maggior parte delle imprese è indietro e le politiche governative dovrebbero favorire la riduzione di questo gap.

Certiquality, Fedabo, Hera e DBA Progetti hanno mostrato nella seconda sessione ("Diagnosi energetiche e sistemi di gestione dell’energia") come le diagnosi energetiche e i sistemi di gestione dell’energia possano aiutare le imprese nell’integrare energia e core business.

Interessanti novità tecnologiche e di approccio sono state illustrate nella terza sessione ("Efficienza energetica e misura e verifica delle prestazioni") da Albasystem, Viessmann e Sgs. Tra i temi affrontati, gestione efficiente dei sistemi di generazione elettrica e termica, delle opzioni disponibili per la generazione di energia termica e di cogenerazione.

La quarta sessione ("Finanza e mercato") ha chiuso la giornata illustrando, grazie ai contributi di Bit, Susi partners, Fidimprese e Mediocredito Italiano gli sviluppi sul fronte del finanziamento dei progetti di efficienza energetica.

Agli strumenti tradizionali si stanno affiancando, infatti, il noleggio e il leasing operativo, l’acquisto di crediti collegati ai canoni versati a una Esco (Energy sevice company) dai clienti per la realizzazione e gestione di interventi di efficientamento energetico, la possibilità di finanziare le Esco basandosi sulla capacità del progetto di generare flussi di cassa tramite i risparmi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza