cerca CERCA
Mercoledì 26 Gennaio 2022
Aggiornato: 22:24
Temi caldi

Più facile e gratis accesso a fondo rimborsi, banche e consumatori siglano intesa

12 maggio 2016 | 21.39
LETTURA: 3 minuti

alternate text
- FOTOGRAMMA

Sarà più facile e gratuito da oggi il ricorso all’Arbitrato e al Fondo Interbancario per i risparmiatori rimasti coinvolti nel fallimento delle 4 banche salvate. E' questo il risultato dell'intesa sottoscritta da Good bank e consumatori con la quale Nuova Banca delle Marche, Nuova Banca dell'Etruria e del Lazio, Nuova Carichieti e Nuova CariFerrara si impegnano alla massima disponibilità nel presentare, alle Associazioni che ne fanno richiesta su mandato della clientela, tutte le documentazioni necessarie alla costruzione dei dossier, in maniera totalmente gratuita per i risparmiatori e secondo modalità e procedure, anche digitali, il più vicino possibile alle loro esigenze pratiche.

Dal canto loro, si legge nell'accordo, i consumatori si impegnano a fornire alle banche "informazioni dettagliate sui casi da trattare al fine del ricorso all’Arbitrato". Confermata inoltre la volontà di ambo le parti di "richiedere un incontro congiunto con il Fondo".Per facilitare ulteriormente i processi di scambio dati, entrambe le parti si impegnano, inoltre, a individuare al loro interno dei referenti, articolati per Banche e territori, e un responsabile a livello centrale, che svolga il ruolo di garante del buon funzionamento del Verbale. Per quanto riguarda in particolare le procedure di accesso al Fondo Interbancario, le 4 Banche e le Associazioni condivideranno tutte le informazioni utili per il buon esito della domanda, e collaboreranno alla definizione degli allegati necessari.

A sottoscrivere il verbale di intesa sono state 15 associazioni dei consumatori ma non il Codacons che si è sfilato dall'accordo ribadendo l’intenzione di proseguire, contro il decreto banche, lungo la strada legale fino alla Corte Costituzionale. “Non possiamo aderire ad un accordo con le stesse banche che non vogliono assumersi alcuna responsabilità per i debiti dei vecchi istituti cui sono subentrate, e non intendiamo avallare un decreto, quello sulle banche varato dal Governo, totalmente sballato e che introduce modalità di rimborso altamente discriminatorie per i risparmiatori", ha spiegato il presidente Carlo Rienzi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza