cerca CERCA
Lunedì 03 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:12
Temi caldi

Pnrr e tensioni internazionali, tra i temi centrali della quarta edizione Gic 2022

16 marzo 2022 | 13.10
LETTURA: 3 minuti

In programma dal 28 al 30 aprile al Piacenza Expo

alternate text

Le prospettive di utilizzo dei fondi del Pnrr e le tensioni internazionali saranno tra i contenuti centrali della Quarta edizione del Gic, le Giornate Italiane del Calcestruzzo - Italian concrete days, la più importante manifestazione europea dedicata al comparto in programma dal 28 al 30 aprile 2022 negli spazi del Piacenza Expo. Nella tre giorni della mostra-convegno - l’unica manifestazione italiana dedicata specificamente alle macchine, alle attrezzature e alle tecnologie per la filiera del calcestruzzo, alla prefabbricazione, ma anche alla demolizione delle strutture in cemento armato, al riciclaggio e trasporto degli inerti, alle pavimentazioni continue e ai massetti – i principali player della filiera del calcestruzzo si confronteranno sulle prospettive del settore, e su i costi energetici, impennate inflazionistiche, difficoltà di reperimento delle materie prime, contrazione della produzione.

Essendo la prima manifestazione espressamente dedicata alla filiera del calcestruzzo in programma nel 2022, il Gic s’impone inevitabilmente – e intende offrirsi - quale palcoscenico privilegiato per tutte quelle imprese (sia italiane che estere) chiamate ad essere protagoniste del “Recovery Plan”, il Piano che con 222 miliardi di investimenti e riforme intende recuperare la crisi determinata dal Covid e ricondurre il Paese su un sentiero di crescita duraturo e sostenibile.

Un piano dove il settore delle costruzioni è chiamato a giocare un ruolo fondamentale, considerando che circa la metà delle risorse disponibili (108 miliardi di euro) andrà in investimenti di interesse per il settore delle costruzioni da realizzarsi entro il 2026 in stretta collaborazione con le istituzioni pubbliche. Di questi, circa 47 miliardi di euro, pari al 44% delle risorse destinate all’edilizia, vedrà infatti la gestione o il coinvolgimento diretto degli enti territoriali.

Il Governo ha destinato nel Pnrr 6 miliardi di euro per progetti per 'la resilienza, valorizzazione del territorio ed efficientamento energetico dei Comuni'. A questi si aggiungono, tra gli altri, 12 miliardi per l’edilizia scolastica, 2,5 miliardi per il rischio idrogeologico e oltre 9 miliardi per i programmi di rigenerazione urbana. Una grandissima opportunità per riqualificare i territori e migliorare la qualità della vita di cittadini e imprese, sostenendo l’economia e il settore delle costruzioni. Ma per avere successo il Pnrr dovrà inevitabilmente coniugare strumenti di politica economica, enti pubblici e imprese. Cioè proprio quei protagonisti che saranno presenti nei padiglioni del Gis.

Tuttavia alla tre giorni piacentina si tenterà anche di fare un primo punto sulle ripercussioni delle attuali tensioni geo politiche. Un’analisi necessaria, considerando i dati elaborati dal Centro Studi di Confindustria sulla produzione industriale italiana dei primi tre mesi dell’anno, secondo i quali “prosegue la contrazione dell’attività industriale a febbraio (-0,3%), dopo la caduta di gennaio (-0,8%). Un dato destinato a peggiorare per gli effetti dello scontro tra Russia e Ucraina, che sta accrescendo le difficoltà di approvvigionamento delle imprese e spingendo ancora più in alto i prezzi di materie prime ed energia”.

"Siamo molto grati ai 190 espositori già confermati, ma anche a tutte le Associazioni di categoria e, ovviamente, alle Istituzioni che sostengono la nostra fiera", commenta Fabio Potestà della Mediapoint & Exhibitions, organizzatrice del Gic, "per una così ampia adesione al nostro evento che potrà ancora crescere dimensionalmente nelle prossime settimane, consolidando sempre di più il Gic di Piacenza tra le più importanti manifestazioni del comparto anche a livello internazionale". Guerra a parte, continua Potestà, "prevediamo un notevole flusso di visitatori provenienti anche dall’estero, anche perché il Gic è la prima manifestazione fieristica dell’anno a livello europeo dedicata alla filiera del calcestruzzo e gli operatori potranno, non solo confrontarsi su temi della stringente attualità, ma anche prendere visione dei numerosi nuovi modelli di macchine e attrezzature che verranno presentate in anteprima ad un pubblico qualificato".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza