cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 17:53
Temi caldi

No all'estradizione di Polanski negli Usa, la corte di Cracovia ha deciso

30 ottobre 2015 | 10.30
LETTURA: 2 minuti

Il regista: "Felice che sia finita"

alternate text
(Infophoto) - (INFOPHOTO)

La corte distrettuale di Cracovia si è pronunciata contro l'estradizione del regista franco-polacco Roman Polanski , ricercato negli Stati Uniti dal 1977 in seguito ad un'accusa di stupro ai danni di una 13enne, Samantha Gailey.

Gli Stati Uniti avevano chiesto alla Polonia di estradare l'82enne circa un anno fa, quando il regista partecipò a una trasmissione televisiva a Varsavia.

"Sono felice che sia finita. Questa storia è costata a me e alla mia famiglia molti sforzi, tempo e salute. E la mia famiglia ha sofferto anche più di me", ha detto oggi l'82enne regista. "Sapevo che sarebbe finita bene, non ho mai avuto il minimo dubbio", ha aggiunto il regista di Rosemary's baby, che si è detto contento di aver riposto fiducia nella giustizia polacca.

"Era una richiesta completamente ingiusta da parte americana - ha detto ancora - ho confessato il reato, sono andato in carcere e ho scontato il mio tempo". Il regista non ha voluto apparire oggi in aula. Il suo avvocato ha spiegato che sarebbe stato "troppo emotivamente gravoso" per il suo cliente.

Il giudice polacco Dariusz Mazur ha spiegato di aver respinto la richiesta di estradizione sulla base dell'accordo che era stato stretto nel 1977 fra Polanski e la Pubblica accusa in California quando il regista ammise di aver avuto rapporti sessuali con la tredicenne Samantha Gailey e scontò 40 giorni di detenzione, prima di fuggire all'estero quando il giudice decise di riaprire il caso. Inoltre Mazur ha detto di aver preso in considerazione anche l'età di Polanski e il fatto che siano trascorsi molti anni da fatti contestati.

Polanski, che risiede in Francia - la cui legge impedisce l'estradizione dei propri cittadini - era recentemente in Polonia per motivi di lavoro. Il partito conservatore vincitore delle elezioni nel Paese si era detto a più riprese favorevole all'estradizione del regista premio Oscar per 'Il pianista'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza