cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 08:11
Temi caldi

Cede diga sul Polcevera, petrolio verso il mare Toti: "Le coste liguri sono al sicuro"

23 aprile 2016 | 11.01
LETTURA: 6 minuti

alternate text

"A Genova il peggio è passato, l'emergenza sta finendo e le coste liguri sono al sicuro dal rischio petrolio" ha assicurato il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, dopo che la pioggia ha causato il cedimento della diga di contenimento creata sul Polcevera, costruita per arginare il greggio fuoriuscito in seguito alla rottura del tubo della raffineria Iplom di Busalla (FOTO). "Credo che il peggio sia davvero passato - ha detto Toti al Tg4 - sia davvero passato, la diga è stata ricostruita dopo le piogge di questa notte, per la verità il terrapieno ha ceduto, come era possibile prevedere dopo le piogge della notte, previste dall'Arpa stessa, ma le panne assorbenti hanno sostanzialmente impedito che in mare uscisse altro prodotto, se non minimamente come quello c he continuerà a uscire, però il fiume è lavato dal 90% dell'idrocarburo uscito dal tubo. E - ha spiegato - il greggio in mare di cui parliamo e per cui c'è ancora un'emergenza, anche se come ha detto il ministro Delrio, un'emergenza a bassa intensità, è uscito sostanzialmente tutto la notte del disastro", ovvero domenica 17 aprile con la rottura della tubatura, e "non sta uscendo in queste ore". "'Allerta bassa' afferma l'Agenzia europea della sicurezza marittima #Genova @guardiacostiera" scrive in un tweet il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio.

Anche per l'assessore alla Protezione Civile del capoluogo ligure, Gianni Crivello, la "situazione è stabile, non c'è stata altra fuoriuscita di materiale". Foto in basso dal profilo Facebook dell'assessore Crivello (immagine di Pasquale Costa).

Come reso noto anche dall'Autorità portuale di Genova : il cedimento di una delle barriere create lungo l'alveo del torrente Polcevera non ha determinato una maggiore fuoriuscita di sostanza oleosa, anche perché a valle di tale barriera altri presidi di contenimento erano già operanti. Inoltre le maestranze al lavoro lungo il greto si stanno attrezzando per ripristinarla. La Capitaneria avverte che "la situazione relativa allo stato attuale della presenza di idrocarburo presso foce del Polcevera è delicata ma sotto controllo".

Per l'intervento in mare sono state inviate inoltre due navi Castali. Il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, attraverso la direzione competente del dicastero, si legge in una nota del ministero, ha disposto lo spostamento dei mezzi della flotta Castalia di Livorno (Tito) e Civitavecchia (Ievoli shuttle) nel tratto di mare interessato dallo sversamento di greggio. Le due unità d'altura sono dotate di tutte le idonee attrezzature per un intervento anti-inquinamento sulle macchie di greggio. La testimonianza di un pescatore.

Proseguono, intanto, senza sosta le operazioni di contenimento e bonifica dello sversamento di petrolio nel torrente Polcevera da parte della Guardia costiera, avvenuto a seguito della rottura dell'oleodotto della Società Iplom la sera di domenica. Già dalle 14, riferisce una nota, sta operando nella zona del ponente genovese il Supply Vessel Bonassola, mentre già alle prime luci dell'alba un altro rimorchiatore d'altura, il Genua, è intervenuto nella zona del litorale savonese. Nel frattempo, ricorda la Guardia costiera, si interviene intensamente anche all'interno del porto di Genova, nei pressi dell'imboccatura di Multedo, "attraverso battelli disinquinanti dotati di panne assorbenti, al fine di impedire che quelle piccole chiazze di iridescenza, trovandosi a metà strada tra l'imboccatura e la spiaggia di Pegli, possano o spiaggiarsi su quel litorale ovvero spostarsi in mare aperto". In volo un ATR42 della Guardia Costiera, con a bordo il Comandante del porto, ammiraglio Pettorino, per un ulteriore monitoraggio aereo di tutto il litorale del ponente ligure, anche per verificare quanta sostanza oleosa di quelle chiazze di iridescenza, rilevate ieri sul litorale savonese, è ancora presente, a seguito degli interventi che si stanno compiendo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza