cerca CERCA
Venerdì 21 Gennaio 2022
Aggiornato: 21:27
Temi caldi

Ponte Genova, Miceli (architetti): 'Opera nata da caso eccezionale'

05 agosto 2021 | 15.41
LETTURA: 1 minuti

alternate text

"Il nuovo ponte di Genova è un'opera nata da un caso eccezionale". Lo dice all'Adnkronos/Labitalia Francesco Miceli, presidente del Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori. "Quella che - spiega - è stata adottata per la costruzione del nuovo ponte di Genova è una procedura in deroga a quelle che erano le normative vigenti previste dal Codice dei contratti".

"Qualcuno - sottolinea - sostiene che tale procedura dovrebbe essere attuata per tutte le opere pubbliche, tuttavia su questo noi abbiamo sempre espresso un parere contrario. Questo perché i casi eccezionali come il ponte di Genova hanno avuto una centralità mediatica straordinaria. Nel caso in cui questa procedura venisse diffusa per tutte le opere pubbliche, non si avrebbe la stessa attenzione mediatica. Le normative del Codice dei contratti sicuramente vanno ulteriormente semplificate, le opere pubbliche vanno infatti realizzate bene avendo al centro un progetto di qualità i cui tempi devono essere compatibili con le esigenze e i bisogni del territorio".

"Il primo tema - spiega Miceli - che spero venga affrontato dal governo è quello della qualità del progetto. Questo è un Paese che ha difficoltà a capire che l'importanza di realizzare un'opera pubblica fatta bene, di qualità e che duri nel tempo ha bisogno di un progetto di qualità. Invece, quasi sempre, il progetto rimane sempre al latere sullo sfondo e si parla sempre dell'opera pubblica realizzabile e degli appalti. Auspichiamo, inoltre, che il concorso diventi lo strumento usuale per le opere pubbliche anche di rilevanza architettonica, monumentale e paesaggistica e per selezionare la qualità".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza