cerca CERCA
Venerdì 22 Gennaio 2021
Aggiornato: 14:13

Pregliasco: "Sì a spostamenti tra Comuni a Natale"

04 dicembre 2020 | 11.48
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Fotogramma
Milano, 4 dic. (Adnkronos)

Il professore Fabrizio Pregliasco, virologo e consulente tecnico-scientifico del Pio Albergo Trivulzio, è "favorevole" alla proposta del governatore lombardo Attilio Fontana di consentire di spostamenti tra Comuni diversi nei giorni di Natale, Santo Stefano e il primo gennaio. "Non è facile venire incontro alle esigenze di tutti i cittadini e di situazioni molto particolari di famiglie che vivono in due Comuni diversi - ha detto il virologo a margine di una conferenza stampa al Pat per illustrare le ultime misure adottate -. Per cui, queste indicazioni di ordine generale diventano stringenti e impossibili. Ritengo che il presidente Fontana voglia portare all’attenzione nazionale quello che è stato il grosso lavoro di tutte le strutture sanitarie e di tutti i cittadini lombardi che stanno facendo vedere che le cose migliorano". 

"Io - ha aggiunto Pregliasco - spero si possa valutare, sempre con grande attenzione, questa possibilità per non esagerare con comportamenti eccessivi". Poi, replicando a chi gli chiedeva se è favorevole alla proposta di Fontana, Pregliasco ha sottolineato: "Sì, sono favorevole". 

Il numero record di morti registrati ieri in Italia per Covid-19 ha provocato "il gelo" nell'animo di tutti e "ha rimarcato l'importanza di stare attenti" soprattutto in vista delle feste. Il rischio che con il Natale tornino ad aumentare i contagi da coronavirus ovviamente "c'è" e "dipende da noi quella che potrà essere una terza ondata. L'intensità di quest'onda che ci sarà nel prossimo futuro dipenderà da quanto noi non esagereremo e quindi, sperabilmente, potrà non essere così pesante"ha poi sottolineato a 'Un giorno da pecora', su Rai Radio 1, il virologo dell'università degli Studi di Milano.

Quanto al dato dei decessi, l'esperto ha ribadito che "i morti sono purtroppo persone malate ormai da lungo tempo", pazienti con forme gravi da "diverse settimane", e "il parametro dolorosissimo del numero di morti sarà l'ultimo a migliorare. Sta invece già ben migliorando il numero di nuovi casi, ormai stabile", e si assiste a "una riduzione sempre più insistente e positiva dei ricoveri sia in reparto che in terapia intensiva".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza