cerca CERCA
Giovedì 02 Dicembre 2021
Aggiornato: 17:41
Temi caldi

Antirazzismo

Italia antirazzista in piazza a Milano

02 marzo 2019 | 14.35
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

In piazza a Milano c'erano 200mila persone. Sono i numeri resi noti dagli organizzatori di 'People-Prima le persone', la grande manifestazione per diritti, contro il razzismo e senza bandiere politiche che ha sfilato per la città nel pomeriggio. "Un abbraccio corale" di 200mila persone che "hanno camminato insieme senza bandiere politiche, ciascuna per promuovere la difesa dei diritti delle persone più fragili. In quella che a oggi a Milano è stata la più imponente manifestazione di piazza contro la prepotenza e a favore di una società e una politica dell'inclusione", scrivono gli organizzatori, che hanno raccolto le adesioni di 1.200 associazioni dalle trenta promotrici dell'evento.

La chiamata è partita da Milano con il sindaco Giuseppe Sala e hanno risposto diversi sindaci dell'area metropolitana. "In un momento di grande cambiamento questa è la nostra visione di Italia. Il tema non è il governo, ma siamo a uno spartiacque su modelli diversi di società" ha detto il sindaco di Milano.

Alla testa del corteo, tra gli altri, anche l'assessore di Milano alle Politiche Sociali Pierfrancesco Majorino, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, Maurizio Martina, l'ex presidente della Camera Laura Boldrini, Giuliano Pisapia, il segretario generale Cgil Maurizio Landini, il segretario generale aggiunto Cisl Luigi Sbarra e il segretario generale Uil Carmelo Barbagallo. Tra i nomi della cultura e dello spettacolo presenti Roberto Vecchioni, Lella Costa, Claudio Bisio, Maria Amelia Monti.

Fra le associazioni Acli, Arci, Anpi, Genti di Pace, Action Aid, Emergency, Amref, Cnca, Amnesty, Libera, Passepartout, Casa della Carità, i Sentinelli e Insieme Senza Muri. Oltre a membri degli equipaggi delle navi e delle Ong che salvano i migranti in mare, come Mediterranea a Open Arms, hanno sfilato i collettivi studenteschi, centri sociali e organizzazioni pacifiste. Presenti anche il movimento No-Cpr Mai più larger e le 'Mamme per la Pelle', i genitori di Melegnano che accompagnano la famiglia adottiva di Bakary Dandio, il 22enne senegalese contro cui sono comparse scritte razziste nel palazzo in cui abita.

"Bene manifestazioni pacifiche ma io non cambio idea e vado avanti per il bene degli Italiani - ha detto dopo la marcia, il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini -. in Italia si arriva solo col permesso, lotta dura a scafisti, trafficanti, mafiosi e sfruttatori"..

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza