cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:07
Temi caldi

Calcio

Prima vittoria Juve con Pogba e Mandzukic, Lechia battuto 2-1

29 luglio 2015 | 21.30
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri (Foto Infophoto) - INFOPHOTO

Mandzukic mette la sua firma sulla prima vittoria stagionale della Juventus. I bianconeri si sono imposti per 2-1 sul Lechia nel match giocato a Danzica grazie ai gol di Pogba in avvio di partita e dell'attaccante croato allo scadere, dopo che i polacchi avevano trovato il momentaneo pareggio con Buksa.

I bianconeri, reduci dalla sconfitta senza gol all'attivo nell'esordio stagionale contro il Borussia Dortmund, hanno interrotto il mini-digiuno dopo soli quattro minuti di gioco con un colpo di testa di Pogba su un corner battuto da Dybala. L'argentino, schierato titolare in coppia con Zaza, è stato fra i più positivi del primo tempo e ha sfiorato il raddoppio alla mezz'ora con un tocco di sinistro da posizione ravvicinata respinto dal portiere. I polacchi hanno reagito prima dell'intervallo, andando vicinissimi al pareggio con una conclusione di destro di Pawlowski che ha scheggiato il palo a Buffon battuto. In avvio di ripresa Allegri ha cambiato il tandem d'attacco mandando in campo Mandzukic e Morata.

La partita dello spagnolo è durata però solo 25 minuti, poi il tecnico lo ha sostituito con Cerri. Un cambio poco apprezzato da Morata, che ha imboccato subito la via degli spogliatoi. Il neo entrato si è messo subito in luce sfiorando il gol dopo una buona iniziativa nell'area del Lechia. Poi i polacchi, in campo nella ripresa con molti titolari, hanno trovato il pareggio con una bella azione in velocità finalizzata da Buksa con un tocco d'esterno sinistro che non ha lasciato scampo a Neto.

A regalare la vittoria alla Juve ci ha pensato Mandzukic con uno splendido gol al 90': stop in area, pallone sul sinistro e conclusione sotto la traversa. Fra le note stonate in casa bianconera da segnalare l'infortunio di Chiellini, costretto a lasciare il campo dopo nemmeno dieci minuti di gioco per un indurimento alla coscia. Positiva la partita di Rugani, che Allegri ha tenuto in campo per tutta la partita.

Il tecnico a fine partita ha spiegato la sostituzione di Morata: "Non ho visto l'atteggiamento giusto, era un po' nervoso e l'ho tolto". Poi, il messaggio a tutta la squadra: "Dobbiamo dimenticare in fretta quello che abbiamo fatto l'anno scorso se vogliamo confermarci, altrimenti se pensiamo che ci è tutto dovuto ci facciamo del male. C'è una brutta aria intorno alla Juve: tutti dicono che siamo favoriti, ma non è cosi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza