cerca CERCA
Domenica 25 Settembre 2022
Aggiornato: 16:01
Temi caldi

Progetto Road-Csr, Unioncamere Veneto presenta Piano d'azione

07 ottobre 2020 | 10.54
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotolia) - patpitchaya - Fotolia

Unioncamere Veneto presenta il Piano d’azione per promuovere la responsabilità sociale d’impresa. Giovedì 8 ottobre si terranno, in modalità digitale con un webinar, i lavori di chiusura del progetto Road-Csr, finanziato dal programma Interreg Europe, che si è posto l’obiettivo di integrare le pratiche e la promozione della responsabilità sociale d’impresa nelle politiche delle Regioni partecipanti.

Nel corso dell’evento finale, organizzato dalla Regione dell’Extremadura, partner spagnolo del progetto, Unioncamere Veneto presenterà i risultati dell’Action Plan elaborato in collaborazione con la Direzione Formazione e Istruzione della Regione Veneto per supportare la promozione della responsabilità sociale d’impresa tramite il programma Operativo Regionale Fse.

Il progetto, di cui Unioncamere Veneto è unico partner italiano, raccoglie una partnership composta da istituzioni regionali, Università e organizzazioni non profit provenienti da Cipro, Italia, Grecia, Norvegia, Spagna, Repubblica Ceca e Slovenia. Il progetto, durato 4 anni, si è sviluppato in due fasi, una operativa e una di monitoraggio. Nella prima fase i partner, anche grazie alle visite studio previste dal progetto, hanno condiviso le buone pratiche di responsabilità sociale d’impresa presenti nei propri Paesi, raccolte successivamente in una pubblicazione.

Sono stati inoltre redatti 6 studi tematici sullo stato di attuazione della Csr nelle regioni partecipanti e uno studio sugli effetti della responsabilità sociale d’impresa sulla competitività delle Pmi, a cura del partner norvegese Ntnu - Norwegian University of Science and Technology.

Output finale del progetto è stata la redazione, in ciascuna regione partecipante, di un Piano d’Azione per integrare la responsabilità sociale d’impresa nei propri strumenti operativi o legislativi. I Piani d’Azione sono poi stati monitorati nella fase 2 per verificarne lo stato di attuazione e gli effetti sul territorio e sui beneficiari.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza