cerca CERCA
Domenica 18 Aprile 2021
Aggiornato: 19:32
Temi caldi

Giuramento Biden, gli auguri dei leader: "Pronti per un nuovo inizio"

20 gennaio 2021 | 19.29
LETTURA: 4 minuti

Dall'Ue l'auspicio di una più stretta collaborazione e l'invito a tenere un discorso al Parlamento Europeo. Conte: "Italia pronta a sfide comuni". Mentre il Papa invoca la costruzione di una società caratterizzata da “autentica giustizia, libertà” e dal rispetto dei “diritti”

alternate text
(Fotogramma)

Leggi anche

Pioggia di auguri a Joe Biden che oggi ha prestato giuramento come 46esimo presidente degli Stati Uniti. "L'Europa è pronta per un nuovo inizio" nei rapporti con gli Usa, ha detto la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, congratulandosi con Biden e Kamala Harris, "la prima donna vicepresidente degli Usa. Grazie per il discorso ispirato e per l'offerta di collaborare".

Mentre il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli ricordando come "l'Ue e gli Usa sono partner naturali con valori e storia condivisi e un impegno di lunga data per lo stato di diritto, i diritti umani e il multilateralismo". Ha invitato il presidente Joe Biden "a venire al Parlamento Europeo per tenere un discorso in sessione plenaria. La nuova amministrazione - ha sottolineato Sassoli - rappresenta l'inizio di una nuova era per le relazioni transatlantiche. Il mondo ha bisogno di un forte rapporto fra Europa e Stati Uniti. Insieme - ha aggiunto - affrontiamo meglio le sfide che il nostro tempo ci presenta: lottare contro la crisi climatica e la perdita della biodiversità, affrontare da un punto di vista radicalmente democratico la trasformazione digitale e combattere le inaccettabili disuguaglianze in aumento". E ancora, ha ricordato, "abbiamo una crisi pandemica e solo se l’affrontiamo insieme saremo efficaci. Perciò, accolgo con favore l'impegno degli Stati Uniti a tornare nell'Organizzazione mondiale della sanità e mi congratulo per il loro impegno di rientrare negli accordi di Parigi, solo insieme riusciremo a costruire un mondo più verde e più giusto".

Dall'Italia il primo a inviare i suoi "auguri di buon lavoro al Presidente Joe Biden e alla Vice-Presidente Kamala Harris" è stato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. "È un grande giorno per la democrazia - ha scritto Conte in un tweet - la cui importanza travalica i confini americani. L'Italia è pronta ad affrontare con gli Usa le sfide della comune agenda internazionale".

"Il discorso del nuovo Presidente degli Stati Uniti contiene delle affermazioni importanti per tutto l’Occidente democratico e liberale" scrive in una nota il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. "Senza concordia e unità e senza la volontà di ascoltare le ragioni degli altri, di mettersi nei panni degli altri, la nostra civiltà e la nostra democrazia rischiano di deperire e di annullarsi nella delegittimazione reciproca. Questo insegnamento è valido anche per il nostro Paese, inchiodato da anni da una contrapposizione radicale e deleteria, che annulla gli sforzi per assicurare gli interessi nazionali e per soddisfare i bisogni essenziali dei cittadini".

Auguri di buon lavoro a Biden anche dalla leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. "Riportare unità in una Nazione spaccata sarà una delle priorità del suo mandato - scrive in una nota -. L'alleanza tra Italia e USA è un punto fermo e continuerà ad essere centrale per affrontare le principali sfide del nostro tempo".


Anche il Premier britannico Boris Johnson si è congratulato con Joe Biden e Kamala Harris dopo la loro "storica inaugurazione" come Presidente e vice Presidente degli Stati Uniti. "La leadership americana è cruciale su questioni che ci riguardano tutti - ha sottolineato Johnson - dai cambiamenti climatici al covid e non vedo l'ora di lavorare con il Presidente Biden", ha scritto in un tweet.

La regina Elisabetta d'Inghilterra ha inviato un messaggio privato di congratulazioni al nuovo presidente degli Stati Uniti Joe Biden prima dell'insediamento. Lo ha reso noto una fonte del Palazzo Reale, senza svelare il contenuto del messaggio.

Dalla Santa Sede Papa Francesco in un messaggio inviato a Biden invoca la costruzione di una società caratterizzata da “autentica giustizia, libertà” e dal rispetto dei “diritti” e della “dignità di tutti”. “In occasione del suo insediamento come 46esimo Presidente degli Stati Uniti d'America - scrive Francesco - le porgo cordiali auguri e l'assicurazione delle mie preghiere che Dio Onnipotente le conceda saggezza e forza nell'esercizio del suo alto ufficio”.

“Sotto la sua guida - scrive il Papa - possa il popolo americano continuare a trarre forza dagli elevati valori politici, etici e religiosi che hanno ispirato la nazione sin dalla sua fondazione. In un momento in cui le gravi crisi che devono affrontare la nostra famiglia umana richiedono risposte lungimiranti e unite, prego che le sue decisioni siano guidate dalla preoccupazione per la costruzione di una società caratterizzata da autentica giustizia e libertà, insieme al rispetto incrollabile dei diritti e della dignità di ogni persona, specialmente i poveri, i vulnerabili e coloro che non hanno voce”.

“Allo stesso modo - scrive Bergoglio - chiedo a Dio, la fonte di ogni saggezza e verità, di guidare i suoi sforzi per promuovere la comprensione, la riconciliazione e la pace negli Stati Uniti e tra le nazioni del mondo al fine di promuovere il bene comune universale. Con questi sentimenti, invoco volentieri su di lei, sulla sua famiglia e sull'amato popolo americano un'abbondanza di benedizioni”.

Il premier israeliano Benyamin Netanyahu, tra gli alleati più stretti di Donald Trump, si è congratulato con Joe Biden in un video messaggio nel quale ha esortato il nuovo presidente degli Stati Uniti a lavorare con lo Stato ebraico per affrontare "la minaccia posta dall'Iran".

"Presidente Biden - ha detto Netanyahu - lei e io abbiamo un buon rapporto personale che data molti decenni - Non vedo l'ora di lavorare con lei per rafforzare ulteriormente l'alleanza tra Stati Uniti e Israele, continuando ad ampliare la pace tra Israele ed il mondo arabo, e per affrontare le sfide comuni, la principali delle quali è la minaccia posta dall'Iran".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza