cerca CERCA
Domenica 28 Novembre 2021
Aggiornato: 12:49
Temi caldi

Prosecco, il Prosek croato avanza: domanda in gazzetta europea

22 settembre 2021 | 12.17
LETTURA: 1 minuti

Ora due mesi per presentare un'obiezione motivata

alternate text

La domanda di protezione del Prosek, presentata dalla Croazia, è stata pubblicata nella Gazzetta europea. A dare notizia dell'avvenuta registrazione del nome, evidentemente ispirato al Prosecco, è la Coldiretti sottolineando che "tutte le parti interessate disporranno di un termine di due mesi a decorrere dalla data di pubblicazione per presentare un’obiezione motivata che la Commissione analizzerà prima di adottare una decisione finale”.

Il via libera dell’Ue alla pubblicazione della domanda per il Prosek croato – sottolinea la Coldiretti - rovina il record storico dell’export di Prosecco nel mondo, cresciuto del 35% nei primi sei mesi del 2021, ma contraddice anche in maniera clamorosa la recente sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea che ha dichiarato illegittimi proprio i nomi truffa che evocano in modo strumentale ed ingannevole prodotti a denominazione di origine riconosciuti e tutelati dall’Unione Europea come la star delle bollicine italiane che quest’anno dovrebbe raggiungere il record di 700 milioni di bottiglie prodotte, la più grande denominazione al mondo.

"Occorre fermare un precedente pericoloso che rischia anche di indebolire la stessa Ue nei rapporti internazionali e sui negoziati per gli accordi di scambio dove occorre tutelare le denominazione dai falsi" ha affermato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare l’importanza dell’impegno del ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli, del governatore del Veneto Luca Zaia e degli europarlamentari italiani ad intervenire per far respingere la domanda.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza