cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 00:04
Temi caldi

Quirinale, Sgarbi: "Berlusconi non rinuncia fino a ultimo tentativo"

19 gennaio 2022 | 12.37
LETTURA: 2 minuti

La replica "affettuosa" a Licia Ronzulli: "Io non sono 'lo Sgarbi di turno'. Mia azione condivisa dal Cav"

alternate text
Fotogramma

Sulle elezioni al Quirinale "io non sono 'lo Sgarbi di turno', ma un alleato che, alle scorse amministrative, ha presentato le liste 'Rinascimento' ottenendo il 2%. Sono stato invitato da Berlusconi ad Arcore per chiedermi, lui in persona (e non la Ronzulli di turno), di votare per lui". Vittorio Sgarbi, affida all'AdnKronos la replica "affettuosa" a Licia Ronzulli, rivendicando "lealtà incondizionata a Berlusconi, ma ragionevolezza politica". "Alla presenza, tra l’altro, della stessa Ronzulli, gli ho proposto, e Berlusconi ha condiviso, l’opportunità di affidarsi non a portavoce, ma di essere lui stesso la 'voce' che contattava i suoi colleghi parlamentari, fino a quel momento sconosciuti. E lui, altro che di fama, a loro", dice ancora il critico d'arte.

"Con molti ha parlato, tramite me, al telefono; altri li ha incontrati personalmente. La mia azione è stata condivisa e ha portato a risultati che nessuno, al suo posto, avrebbe ottenuto. Non so quanti ne abbia convinti la Ronzulli, ma io ho raccolto, con Berlusconi in diretta, il consenso di 15 parlamentari", rivela Sgarbi. "Tutto potevano essere meno che segreti, trattandosi di confronti con colleghi. Il mio auspicio è che altri parlamentari si possano confrontare con lui, e dunque fargli ottenere i voti necessari. Nessuna rinuncia, fino all'ultimo, ragionevole tentativo", aggiunge il fondatore di Rinascimento.

"E nessun dubbio - dice all'AdnKronos - che sia lui a dover valutare i risultati e a comunicarlo ai suoi alleati di cui, come sa la Ronzulli, io sono parte. Berlusconi ha straordinariamente e intelligentemente tenuto la scena, con alterni sentimenti e stati d’animo. E oggi è in una posizione di grande vantaggio, qualunque scelta faccia. Ha tenuto fin qui".

"E può decidere solo lui il presidente della Repubblica, o avendo i numeri (come gli auguro) o scegliendo, per e con tutto il centrodestra, il nome su cui gli altri gruppi convergano senza alternative. Una offerta che non si può rifiutare. E’ un momento decisivo, e tocca a lui decidere. Io sono con lui, fino in fondo, qualunque decisione prenda", conclude Sgarbi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza