cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 11:16
Temi caldi

Arte

Arte: Rabottini nuovo direttore artistico di miart

03 maggio 2016 | 10.01
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Alessandro Rabottini (Foto di Mark Blower) - Mark Blower

Alessandro Rabottini è il nuovo direttore artistico di miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano. Con la nomina di Rabottini la scelta dei vertici di Fiera Milano è andata, si legge in una nota di Fiera Milano, in una direzione di continuità rispetto al lavoro svolto nelle ultime quattro edizioni dal team di miart diretto da Vincenzo de Bellis, direttore artistico uscente, di cui Rabottini è stato collaboratore fin dal suo insediamento, dapprima come coordinatore curatoriale (2013, 2014 e 2015) e successivamente come vice direttore, nel corso dell’edizione 2016.

"Miart cambia nel segno della continuità -commenta Corrado Peraboni, amministratore delegato di Fiera Milano- per proseguire nel percorso di eccellenza internazionale intrapreso dalla manifestazione, anche quest’anno al centro dell’attenzione della comunità artistica e dei media di tutto il mondo. Siamo certi -aggiunge Peraboni- che il nuovo Direttore artistico saprà dare nuova linfa all’organizzazione della rassegna e nuove idee per evolverla sempre di più con l’obiettivo di confermare la leadership di miart come punto di riferimento nazionale e internazionale per la cultura ed evento di ineguagliabile prestigio per Milano e per l’Italia".

"Sono onorato di assumere questo nuovo ruolo all'interno di miart -afferma Rabottini- dopo aver fatto parte per quattro anni del team guidato da Vincenzo de Bellis, che ringrazio per avermi voluto con sé fin dall'inizio del suo mandato. Sono stati anni entusiasmanti per l'energia con cui la città, le gallerie, i collezionisti, le istituzioni, la stampa e il pubblico hanno contribuito al nostro lavoro -prosegue Rabottini- e sento una grande responsabilità nell'ereditare un progetto così ricco di voci, prospettive e potenzialità. Per questo ringrazio Fiera Milano per la fiducia che ripone in me attraverso questo incarico". Rabottini inizierà da subito a lavorare alla preparazione della ventiduesima edizione di miart, in calendario dal 31 marzo al 2 aprile 2017.

Alessandro Rabottini (1976) è un curatore e critico d'arte: è stato Capo Curatore alla GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea in Bergamo dal 2001 al 2012 e Curator at Large al Madre - Museo d'Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli dal 2012 al 2015, istituzioni per le quali ha curato mostre personali di artisti internazionali quali Mircea Cantor, Keren Cytter, Latifa Echakhch, Giuseppe Gabellone, DavidMaljkovic, Victor Man, Robert Overby, Walid Raad, Pietro Roccasalva, Tim Rollins & K.O.S, Sterling Ruby, Padraig Timoney, Ettore Spalletti, Tris Vonna-Michell e Jordan Wolfson.

In qualità di curatore indipendente Rabottini ha organizzato mostre personali di John Armleder, Gianfranco Baruchello, Elad Lassry, John Latham, Guillaume Leblon, Adrian Paci e Danh Vo, e ha collaborato con istituzioni pubbliche come la Triennale e il PAC di Milano, l'Accademia di Francia - Villa Medici a Roma, la GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino, il Museum für Gegenwartskunst di Basilea, il Centre d'Art Contemporain di Ginevra, la Bergen Kunsthall, Le Consortium di Digione, il FRAC Champagne Ardenne di Reims e il kestnergesellschaft di Hannover. Suoi scritti sono apparsi su riviste come Flash Art, Frieze, Kaleidoscope, MAP Magazine, Modern Painterse Mousse. È membro dell'IKT - International Association of Curators of Contemporary Art.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza