cerca CERCA
Domenica 19 Settembre 2021
Aggiornato: 20:02
Temi caldi

Roma

"Raggi dimettiti", bagarre in Aula: seduta sospesa

29 marzo 2019 | 15.32
LETTURA: 3 minuti

La prima dopo l'arresto di Marcello De Vito. La sindaca: "Vecchio sistema prova a infiltrarsi ma noi abbiamo anticorpi"

alternate text
(Foto Fotogramma)

Scandendo 'a Casa', ' vergogna' ed esponendo vari cartelli con scritto 'Raggi dimettiti', è andata in scena la protesta delle opposizioni in Aula Giulio Cesare, nella prima seduta dopo l'arresto di Marcello De Vito. Seduta che alla fine è stata sospesa.
''Sapevo che il vecchio sistema avrebbe provato ad infiltrarsi per riproporre i metodi del passato, quelli contro i quali sto lottando ogni giorno. Ma noi abbiamo gli anticorpi per resistere a questi attacchi, lo abbiamo dimostrato. Il M5S ha immediatamente espulso De Vito. Quanto emerge dalle indagini non è in linea con i nostri principi. Non si tratta di dare giudizi sommari ma un giudizio politico su fatti su cui è compito della magistratura fare chiarezza'', ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi intervenendo in Aula.
Prima del suo intervento i consiglieri capitolini del Pd hanno esposto dei cartelli con scritte che spaziavano da 'Tre anni di decrescita economica, Raggi dimettiti' a 'AAA cercasi sindaco vero' mentre sotto lo scranno dell'ex presidente dell'assemblea Marcello De Vito i consiglieri di Fratelli d'Italia hanno sventolato cartelli con scritto 'Raggirati'.
''Dall'inizio di questa seduta dobbiamo subire la corrida e i cori in Aula. Il regolamento non lo prevede, non si può continuare così con questo tifo da stadio. Non mi sembra rispettoso. Sono prevaricazioni antidemocratiche'', ha detto il consigliere Cinque Stelle Andrea Coia. Dichiarazioni che hanno fatto scattare ulteriori proteste da parte dei militanti dem tra il pubblico al grido di 'dimissioni' e 'tutti a casa'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza